Logo antifurtocasa.it Antifurto Casa

La tua guida ai sistemi di allarme

software


  • Software per gestire e controllare le telecamere

    16 Giugno 2019 • VideosorveglianzaNessun commento

    Nell’ambito delle telecamere di videosorveglianza, i software di gestione rappresentano il vero e proprio fulcro del sistema di protezione, sia in termini di controllo che di monitoraggio a 360 gradi. In sostanza dal software parte tutto, in quanto è grazie a tale dispositivo che ci viene assicurata la possibilità di avere il quadro completo, ossia una visione d’insieme. Per esempio, se la nostra necessità è quella di avere sotto controllo il perimetro di una struttura o di altre aree e stanze indoor, avremo bisogno di un sistema in grado di gestire tutte le telecamere per la videosorveglianza, pertanto risulta fondamentale avere il dispositivo giusto, dotato dei requisiti e delle funzionalità adatte alle nostre specifiche esigenze di sicurezza.

    Attualmente in commercio si possono trovare software per il controllo delle telecamere di videosorveglianza assai innovativi e performanti, disponibili sia per personal computer che per notebook, Tablet e Smartphone (inoltre il modello ISPY Connect è gratuito). Tutti questi apparecchi consentono la visione d’insieme, con il monitor suddiviso in varie zone, tante quante sono le telecamere attive in quel momento. Ovviamente ogni software possiede i suoi punti forti: alcuni software, infatti, garantiscono all’utente la possibilità di avere accesso alla diretta streaming da Internet attraverso il protocollo di rete IP (Internet Protocol). Dunque non vi sarà alcuna necessità della presenza fisica nel luogo da monitorare. Pertanto, attraverso una password, si potrà visualizzare il video generato e trasmesso dalle telecamere di videosorveglianza con il proprio computer, notebook, ipod ecc. a distanza comodamente via web. Un bel vantaggio non vi pare!

    Inoltre, i software di ultima generazione, sono dotati di una funzione di anti manomissione. Per fare un esempio concreto, se malauguratamente un ladro decida di cimentarsi nella manomissione o nell’oscuramento di una o più telecamere, il sistema di controllo-gestione invierà immediatamente un allarme anche tramite telefono. In più, il sistema è tarato sulla sfocatura della telecamera: pertanto, se essa non è in grado di mettere a fuoco, partirà un segnale di manomissione. La maggioranza dei software di gestione delle telecamere di videosorveglianza hanno la possibilità di registrare, di effettuare il backup automatico dei video, di chiamare o inviare messaggi in caso di allarme, di comprimere Mjpeg per salvare spazio e banda, e sono dotati di zoom automatizzato con possibilità di andare dietro ad un obiettivo attraverso la telecamera.

    Diversi software consentono anche delle funzioni riguardo i dispositivi e i circuiti remoti, come l’accensione e lo spegnimento delle luci, l’apertura dei cancelli e così via. Anche se tutti i programmi lo prevedono, è preferibile verificare con attenzione che se le telecamere lavorano nella versione wireless (senza fili) e che il segnale sia criptato in WPA. Infine, per quanto riguarda il costo di un software, generalmente è influenzato dalla quantità dei canali presenti e dal numero delle telecamere da gestire. Per fare un riferimento generico, parliamo di circa 250 euro per 4 telecamere, e di 900 euro per 16 telecamere; ovviamente, le variazioni dei costi che vi abbiamo proposto possono verificarsi in base alla qualità del prodotto acquistato e dalle sue specifiche funzionalità.

    Software per gestire e controllare le telecamere
    4.4 su 2 voti

  • Videosorveglianza

    30 Maggio 2014 • Antifurti2 Commenti

    videosorveglianzaBuongiorno,

    ho una casolare di campagna non servito dalla linea telefonica e quindi, dopo aver installato delle telecamere, ho acquistato un router 3G e una chiavetta internet di un noto operatore. La linea è sufficientemente buona, sia in download che in upload, ma non sono riuscito ad effettuare il collegamento.

    Sai darmi una dritta?

    Ti ringrazio

    Dario

     

    Ciao Dario,

    innanzitutto c’è da capire cosa ti richiede il software che gestisce il telecontrollo. Mi spiego meglio: se per interpellare le telecamere puoi farlo unicamente attraverso un indirizzo IP locale, allora avrai bisogno di un indirizzo statico. Se, invece, il software si serve di servizi web, allora l’ostacolo è aggirato. Alcuni software utilizzano dei server per comunicare l’indirizzo e quindi, interrogando automaticamente il server si rimbalza l’IP dinamico in uso. Ci sono poi software che fanno una chiamata che trasmette l’indirizzo dinamico in uso in quel momento, a cui si indirizza l’interrogazione.

    Ti consiglio il servizio di rimbalzo de DNS, sono tanti i servizi di questo genere, oltrettutto gratuiti per uso personale.

    Videosorveglianza
    4.5 su 6 voti