Logo antifurtocasa.it Antifurto Casa

La tua guida ai sistemi di allarme

Antifurti


  • SIM per antifurto: le applicazioni e perché sono utili

    15 Aprile 2021 • AntifurtiNessun commento

    Una delle principali esigenze per la sicurezza in casa è rappresentata dal fatto di poter dotare la propria abitazione di un antifurto di ultima generazione che sia collegato anche ad internet o comunque ad una linea telefonica. Infatti i sistemi di allarme non devono fungere soltanto come deterrente per evitare i furti in casa, ma essi hanno anche la funzione di comunicare in tempo reale per attivare un controllo da remoto. Gli ultimi dispositivi presenti sul mercato oggi sono dotati di appositi collegamenti che consentono di avvisare, in caso di introduzione in casa di malintenzionati, i proprietari, anche se questi si trovino lontani, o di avvisare le forze dell’ordine. A questo proposito appare davvero importante la funzione delle SIM.

    Dove utilizzare le SIM antifurto

    Le SIM per antifurto possono trovare diverse applicazioni, in tutti quei sistemi che utilizzano procedure di sicurezza per proteggere l’abitazione dai furti in casa. Spesso i più comuni dispositivi che si servono delle SIM per antifurto sono quelli costituiti dai combinatori telefonici.

    La SIM viene inserita all’interno dell’apparecchio, permettendo di chiamare, in caso di attivazione dell’antifurto, i proprietari della casa o le forze dell’ordine. In genere tutto questo meccanismo viene attivato grazie all’utilizzo di numeri predefiniti e preimpostati.

    Le altre applicazioni per le SIM per la sicurezza

    Se i combinatori telefonici rappresentano l’uso più diffuso delle SIM per la sicurezza, bisogna dire che queste trovano applicazione anche in altri apparecchi. Per esempio si possono usare le SIM per la sicurezza anche nelle telecamere e nelle fototrappole.

    Questi dispositivi possono prevedere la presenza di specifici alloggiamenti per la SIM e attivare un funzionamento molto simile a quello che abbiamo già descritto per i combinatori telefonici.

    Oppure per esempio ci sono molti dispositivi che rientrano nell’ambito delle applicazioni domotiche per la casa, che danno la possibilità di utilizzare sempre delle specifiche SIM per comunicare via SMS alcuni parametri importanti di apparecchi che si usano in casa, come, ad esempio, le caldaie e i termostati.

    In genere la SIM avverte tramite SMS, quando si superano certi parametri a livello di temperatura che si vogliono tenere sotto controllo. Esistono anche SIM antifurto con la funzionalità GPS integrata per tracciare veicoli aziendali o privati, sempre attivando la procedura in tempo reale.

  • Com’è strutturato lo schema di un allarme per la casa

    11 Aprile 2021 • AntifurtiNessun commento

    In commercio possiamo trovare diverse soluzioni per quanto riguarda i sistemi di allarme. Esistono infatti diverse soluzioni che differiscono per i modelli e alcune, come per esempio gli antifurti wireless, sono molto facili da installare rispetto ai sistemi cablati. Da questo punto di vista possiamo considerare anche l’esistenza di appositi kit predisposti che includono tutte le componenti essenziali dell’antifurto, in modo da assicurare un’adeguata protezione agli ambienti della nostra casa o del nostro luogo di lavoro. I kit già assemblati hanno la possibilità di essere installati molto facilmente e spesso non è nemmeno necessario fare riferimento ad un tecnico specializzato. Ma in generale, al di là di quelle che possono essere le differenze tra i modelli, qual è il tipico schema di un allarme per la casa?

    Come è formato un circuito di un antifurto

    Lo schema di base del circuito di un antifurto non è affatto complesso. Per certi versi ricorda quello che sta alla base dell’accensione di una lampada. È come se la lampada corrispondesse alla sirena ed è come se i pulsanti per l’accensione siano costituiti dai contatti che vengono applicati in corrispondenza delle porte e delle finestre.

    Tutto il circuito dello schema base di un allarme per la casa viene collegato ad una linea di alimentazione elettrica. Questo collegamento viene fatto per mezzo di una scatola di derivazione.

    Come funziona il circuito

    Il funzionamento del circuito dello schema base di un antifurto per la casa è molto semplice. Quando viene data tensione al circuito, attraverso l’accensione dell’interruttore generale, in corrispondenza delle porte e delle finestre chiuse non si ha movimento.

    Il corrispettivo relè non viene eccitato e quindi la suoneria della sirena resta muta. Se eventualmente avviene l’apertura di una finestra o di una porta sorvegliate dai contatti, si ha l’eccitazione del relè e quindi si mette in funzione l’allarme con la relativa sirena.

    Bisogna ricordare anche che il circuito in genere è dotato di un dispositivo di ritardo che può essere regolato. In questo modo chi esce ha il tempo di attivarlo. Si lascia il tempo di richiudere la porta prima che l’allarme possa agire. Allo stesso tempo chi entra ha il tempo di aprire la porta e di disattivare l’allarme. Il proprietario della casa così può agire liberamente prima che scatti l’allarme.

  • Sensori di allarme per avvolgibili: tipologie e funzionamento

    06 Aprile 2021 • AntifurtiNessun commento

    Hai mai sentito parlare di sensori di allarme per avvolgibili? Questi sensori costituiscono un sistema molto utile per proteggere un’abitazione da tentativi di furto da parte di malintenzionati che potrebbero introdursi in casa. I sensori di allarme per avvolgibili sono molto utili in diverse occasioni e non servono soltanto per gli avvolgibili, visto che possono essere utilizzati anche per le serrande e per le saracinesche. Andiamo ad analizzate quali sono le varie tipologie di sensori di allarme per avvolgibili e come possono essere utilizzati. Ricordiamo infatti che questi sensori si rivelano molto utili per il monitoraggio dei punti di accesso all’abitazione, rilevando tagli o possibili strappi.

    I sensori a cordino

    Una delle tipologie di sensori per avvolgibili e tapparelle è quella che consiste nei sensori a cordino. In questo caso il sistema di antifurto è azionato da un cordino realizzato in nylon, che è lungo qualche metro ed è collegato ad un gommino che serve per la protezione, il quale è situato solitamente nella parte in fondo alla tapparella.

    Quando la tapparella o l’avvolgibile vengono alzati (o quando vengono abbassati) viene provocato il movimento del cordino, che permette di far scattare l’impianto di allarme. Ricordiamo comunque che questi sensori possono essere con filo o senza filo e possono avere anche una specifica tecnologia per rilevare i possibili falsi allarmi. Pensiamo ad esempio alla possibilità dell’azione del vento che potrebbe far muovere le tapparelle. In questo caso l’allarme non scatterà.

    I sensori senza fili

    I sensori senza fili per le tapparelle hanno delle dimensioni ridotte e sono molto semplici da installare, perché possono essere sistemati anche senza agire con l’apertura dei cassoni. Questi sensori sono sistemati ai lati degli infissi e permettono di risparmiare anche nelle spese per l’installazione.

    I sensori ad asta

    C’è poi il sensore ad asta per le tapparelle, che hanno la capacità di rilevare e di monitorare il sollevamento delle tapparelle e degli avvolgibili. Quando la tapparella viene sollevata, aumenta lo spessore del rullo e uno specifico pulsante viene attivato, facendo scattare l’impianto di allarme.

    Si tratta in ogni caso di sistemi molto utili che possono essere determinanti per favorire la protezione dell’abitazione da possibili intrusioni non autorizzate da parte di terze persone.

  • Il migliore antifurto casa 2021 di Casasicura.it : Siqura JX. 365 giorni e 360 gradi di protezione totale

    In questo articolo ci occuperemo della Siqura JX, il nuovo miglior antifurto casa 2021 di Casasicura.it , che dalle caratteristiche tecniche viste segnerà un nuovo punto riferimento per i sistemi di sicurezza.

    Prima di addentrarci nell’analisi tecnica bisogna evidenziare che questo nuova centralina va a soddisfare le esigenze di qualsiasi utenza, avendo tutte le caratteristiche che si possono richiedere ad un sistema di sicurezza: è una centralina con funzioni avanzate, dotata di un elevato livello di protezione, ma allo stesso tempo è un sistema estremamente semplice da installare e facile da gestire.

    La Siqura JX rappresenta la sintesi di 15 anni di esperienza di un’azienda specializzata in sicurezza, è una centralina potente ed innovativa, compatta e dal design elegante.

    La novità più importante di questo nuovo sistema è l’introduzione della tecnologia “frequenze infinity”. Questa nuova tecnologia consente di avere una copertura radio illimitata, con possibilità di gestire con una unica centralina anche sensori che sono installati in luoghi diversi e distanti. Praticamente è possibile gestire con la centralina Siqura JX dispositivi dislocati in qualsiasi parte del mondo. Con questo sistema è finalmente possibile realizzare un sistema antifurto che con una unica centralina che permette di gestire sensori installati, ad esempio, nell’abitazione principale e sensori installati nella casa al mare o in montagna distanti anche migliaia di chilometri.

    Inoltre la tecnologia “frequenze infinity” consente di migliorare anche le comunicazioni tra dispositivi Casasicura installati nello stesso luogo della centralina. Qualsiasi sia la tipologia di sensore o dispositivo installato, che usi la singola frequenza o multipla frequenza (doppia, tripla o quadrupla), la compatibilità con la centrale Siqura JX è assicurata con una maggiore sicurezza di comunicazione e aumento di copertura radio.

    Altra novità altrettanto importante riguarda la possibilità di utilizzare la stessa APP per gestire apparecchiature diverse tra loro per tipologia e scopo di utilizzo. Finalmente con una unica APP si può controllare sia l’antifurto che la videosorveglianza, oppure gestire la domotica e la videocitofonia.

    Qualsiasi dispositivo della gamma JX è associabile al sistema, può colloquiare con gli altri dispositivi e può interagire con essi; ciò garantisce una copertura totale delle esigenze diventate oggigiorno comuni per chiunque e per qualsiasi abitazione. Siqura JX è compatibile con Google Home, Alexa, IFTTT, tramite la APP si può facilmente creare e gestire un potente sistema integrato che permette di garantire la sicurezza di beni e persone, ed il sistema può essere ampliato a piacimento.

    Facciamo un esempio. E’ possibile far interagire l’antifurto con gli impianti di casa in modo che, in caso di allarme, si accendano automaticamente le luci e la televisione, così da simulare la presenza di persone in casa, oppure far attivare altri dispositivi deterrenti come segnalatori acustici e nebbiogeni. La segnalazione di allarme viene notificata direttamente su più smartphone e si può controllare il video in diretta delle telecamere di videosorveglianza e, se si vuole, registrare le immagini.

    Il sistema Siqura JX è un sistema di allarme senza fili pensato e progettato per il fai da te. E’ installabile facilmente perchè prima di essere inviato viene preconfigurato in base alle necessità del cliente, si tratta semplicemente di posizionare i vari dispositivi seguendo le chiare indicazioni fornite. Inoltre il sistema è certificato e predisposto per allertare le forze dell’ordine e/o istituti di vigilanza.

    La centralina Siqura JX è dotata dei più moderni sistemi di sicurezza radio, come la trasmissione in multifrequenza e l’antijamming, ed è comunque predisposta per il collegamento ad eventuali sensori filari di impianti preesistenti.

    Anche nel caso non si avesse una rete LAN/WiFi ed internet il sistema è gestibile da remoto. La centralina ha un combinatore GSM integrato che, tramite SIM card, consente di utilizzare le funzioni principali da remoto con comandi vocali o SMS.

    Come detto precedentemente, la tecnologia “frequenze infinity” consente di realizzare impianti con copertura radio che può essere realmente illimitata. I dispositivi compatibili con questa tecnologia possono essere installati in luoghi diversi e lontani tra loro. Non importa se oltre l’appartamento è necessario proteggere anche i locali al piano di sotto, oppure la casa in montagna, o il negozio, in ogni caso è possibile gestire l’intero sistema con una unica APP.

    La gamma JX è molto ampia e soddisfa tutte le necessità. Si possono installare i classici dispositivi di un impianto antifurti (come sensori contatti magnetici e vibrazione, volumetrici, barriere, sirene, telecomandi, tastiere, chiavi elettroniche) ed installare altri accessori (come sensori gas, fumo, antiallagamento, oppure nebbiogeni e apparati domotici) facendo interagire tra di essi tutti i componenti e integrando e gestendo tutto il sistema tramite la APP.

    La stragrande maggioranza di questi dispositivi è senza fili e funziona a batterie, pile di uso comune di facile reperibilità e basso costo, e la manutenzione è semplificata grazie al controllo supervisionato dell’intero sistema. Con la supervisione Siqura JX è in grado di inviare automaticamente una notifica sia quando si tratta di una normale manutenzione, come ad esempio la necessità si sostituire una batteria di un sensore, sia quando si tratta di una segnalazione di sistema, come interruzione elettrica o problemi con la rete internet.

    La videosorveglianza è integrabile al sistema antifurti e c’è la possibilità di scegliere tra diverse tipologie di telecamere, per uso interno o esterno, fisse o motorizzate, potendo sempre trovare il prodotto adatto a risolvere la propria esigenza specifica. Infatti il catalogo offre anche telecamere che si collegano tramite SIM card, installabili dove non è presente linea telefonica fissa con internet, e sono disponibili in versione sia a corrente che batteria.

    Alcune dispositivi hanno già integrate funzioni smart avanzate, come le telecamere con riconoscimento facciale, ma tramite la centralina Siqura JX le possibilità di gestione e personalizzazione del sistema sono praticamente illlimitate. Con la APP si possono accendere e spegnere le luci in casa o in giardino, controllare l’accensione o spegnimento della caldaia, dell’impianto di irrigazione o del climatizzatore; l’aspetto interessante è che si possono creare funzioni automatiche come, ad esempio: la chiusura delle tapparelle all’attivazione dell’antifurto, o l’accensione delle luci in giardino se si attiva un sensore specifico, o la chiusura automatica del cancello a seguito di allarme.

    E’ utile descrivere una situazione comune, utilizzando il sistema con una configurazione tipica base. L’utente inserisce l’antifurto (con APP , telecomando o chiave elettronica): in caso di evento di allarme, il sistema si attiva con segnalazione acustica (ad es sirene interne/esterne) ed invia una notifica push sulla APP. Vengono anche inviate segnalazioni telefoniche con SMS/chiamate ai numeri utente, con possibilità di allertare le forze dell’ordine o vigilanza. Con le telecamere di videosorveglianza si controlla e verifica cosa sta accadendo ed eventualmente si rivedono le immagini registrate. Se necessario si possono attivare/disattivare i singoli sensori. Tutto con una unica APP.

    In sintesi la centrale Siqura JX è la centrale migliore di Casasicura.it, è un sistema tecnologicamente avanzato con trasmissione multifrequenza, antijamming e altissima immunità ai falsi allarmi.

    E’ un sistema molto semplice da installare ed utilizzare, progettato per il fai da te, quindi non necessita di un tecnico specializzato per l’installazione (che comunque può essere eventualmente richiesto).

    Grazie alla tecnologia “frequenze infinity” consente di realizzare impianti con copertura radio praticamente illimitata; potendo installare dispositivi compatibili con il sistema JX in luoghi diversi e lontani anche migliaia di chilometri, il tutto gestibile con una unica APP, Siqura JX rappresenta la migliore soluzione tecnologica che si può adottare nell’ambito della sicurezza.

    Nella APP è integrata anche la gestione delle telecamere di videosorveglianza che consente di controllare rapidamente le immagini in diretta quando occorre. E sempre tramite APP è possibile procedere con attivazione di sistemi di dissuasione (ad esempio i nebbiogeni). Infine con l’integrazione con Google Home, Alexa e IFTT, queste procedure di controllo e attuazione possono essere rese automatiche.

    E’ bene ricordare che il sistema Siqura JX è supervisionato, e ciò garantisce totale controllo di funzionalità dell’impianto e facilita la manutenzione dei dispositivi (ad esempio la sostituzione pile dei sensori). Inoltre la predisposizione per dispositivi per la gestione domotica compatibili con il sistema, amplia le possibilità di utilizzo del sistema: attivazione caldaia, climatizzatore, accensione luci, chiusura/apertura serrande o tapparelle, ecc. Tutto con la possibilità di rendere le funzioni automatiche e condizionate da eventi.

    Per chiudere si ricorda che i sistemi Casasicura possono essere installati anche dove non è presente una linea telefonica fissa con collegamento wifi internet, grazie all’utilizzo di sistemi che sfruttano il collegamento tramite sim 3G/4G (5G ready), con possibilità di scelta tra dispositivi a corrente o batteria.

  • Kit antifurto casa professionale: monitoraggio e sistemi intelligenti

    19 Gennaio 2021 • AntifurtiNessun commento

    Un kit antifurto casa professionale può rappresentare la soluzione giusta per garantire una perfetta protezione dell’abitazione. Scegliere un buon sistema di sicurezza per la casa non sempre è facile, perché bisogna tenere conto di numerosi fattori che influiscono proprio sulle caratteristiche del sistema stesso. Bisogna considerare la tipologia di installazione, il sistema di monitoraggio che si vuole scegliere ed eventualmente la possibilità di integrare il kit antifurto casa professionale con alcuni dispositivi intelligenti che possiamo trovare in casa, nell’ambito di un’abitazione smart.

    Il sistema di monitoraggio

    Il kit antifurto casa professionale è un sistema molto utile per proteggere l’abitazione soprattutto nei momenti in cui non ci troviamo in casa. Esistono differenti tipologie di monitoraggio nell’ambito di un sistema di antifurto per la casa.

    Ad esempio alcuni fornitori offrono un monitoraggio di tipo professionale, che a volte è possibile mettere in atto soltanto quando non si è in casa ad esempio perché si è in un periodo di vacanza.

    In queste situazioni è possibile avere a disposizione un comodo sistema che ti avvisa di attività sospette nella tua abitazione, secondo quanto rilevano i sensori installati in prossimità della tua casa.

    In caso di azioni sospette, quindi, viene avvisata un’apposita stazione di monitoraggio. A questo punto verrai contattato in modo immediato e potrai controllare se si tratta ad esempio di un falso allarme.

    I sistemi integrati con la domotica

    Il kit antifurto casa professionale spesso è un sistema integrato anche con alcuni dispositivi che potremmo definire intelligenti e che arricchiscono la nostra abitazione. Pensiamo ad esempio al sistema offerto da Alexa, con l’opportunità di sincronizzare le luci della casa oppure con la possibilità di aprire la serratura dell’abitazione da remoto usando semplicemente l’app sullo smartphone.

    Con l’assistente vocale sarà possibile ad esempio anche attivare o disattivare il sistema di antifurto presente nell’abitazione. Inoltre questi sistemi consentono di attivare delle funzionalità aggiuntive. È il caso ad esempio del risparmio energetico che può essere messo in atto attivando le telecamere interne esclusivamente nel momento in cui vengono attivati i sensori di movimento installati in casa.

    Le opportunità per rendere una casa smart ci sono tutte e i kit antifurto professionali aiutano spesso a metterle in atto nel modo migliore.