Logo antifurtocasa.it Antifurto Casa

La tua guida ai sistemi di allarme

antifurto senza fili


  • Guida antifurto senza fili

    16 Giugno 2014 • Antifurti, Installazione antifurto1 Commento

    preventivoBuongiorno,

    sono Antonio e ho chiesto un po’ in giro prima di acquistare un sistema antifurto. I miei amici dicono che è preferibile un impianto senza fili, ma chiedendo preventivi ho potuto notare che per 16 ingressi, 4 sensori da esterno e 2 telecomandi arriverei a spendere oltre i 2500 euro… Per me è troppo caro, inoltre il mio vicino ha installato un antifurto simile, ma via cavo, spendendo meno di 2000 euro.

    Sono parecchio confuso e vorrei un consiglio da te!

    Grazie

    Salve Antonio,

    io consiglio sempre l’impianto filare, perché meno costoso sia in fase di installazione che nel mantenimento, soprattutto se hai già la predisposizione.

    In ogni caso, la qualità di un impianto prescinde dal fatto che sia via cavo o via radio, ormai tutti i prodotti hanno certificazione CE, obbligatoria per legge.

    Ricapitolando, se puoi sfruttare la predisposizione, cerca prodotti via cavo, ti consiglio di guardare anche on line, puoi trovare molti kit dall’ottimo rapporto qualità-prezzo.

    Guida antifurto senza fili
    4.34 su 5 voti

  • Antifurto senza fili

    02 Aprile 2014 • Antifurti4 Commenti

    Antifurto senza fili

    Acquistare ed installare un impianto senza fili “wireless” è semplicissimo, in quanto la messa in posa del prodotto non richiederà opere murarie, per la composizione dell’impianto basta prendere atto del numero delle finestre e delle porte, oltre alle zone da proteggere (ad esempio quante stanze ci sono in casa, quali sono le zone di passaggio obbligato dove inserire dei sensori di movimento),  tenendo ovviamente conto della tipologia di impianto, se sarà da attivare su di una casa singola, una villa oppure una abitazione in appartamento.

    Nello specifico per il sistema d’allarme si devono considerare in ordine di importanza le centraline, ovvero la base dell’impianto  è infatti da quì che si gestiranno tutti i sensori. Queste possono essere con combinatore GSM o collegate alla rete fissa di casa per  poter effettuare le chiamate di allarme, sono da considerare come detto prima anche i sensori di apertura, stabilendo un perimetro  effettivo dell’impianto. Al perimetro si assocerà la protezione interna, così da avere una “seconda pelle” di protezione. Da non sottovalutare  poi le sirene esterne, deterrenti visivi e sonori che forniranno anche la prima protezione esterna.

    Il tutto poi sarà gestibile (attivabile, disattivabile, parzializzabile) da comodi telecomandi portachiavi, oppure per chi preferisce  tastierine inserite vicino alla porta d’ingresso o eventualmente dal cellulare o da chiavi elettroniche, sia a sfioro sia ad inserimento.

    Antifurto senza fili
    4.57 su 6 voti

  • Domande prima installazione antifurto

    20 Agosto 2013 • Installazione antifurto1 Commento

    Salve,

    dopo spiacevoli “visite” ad i miei vicini di casa, sto pensando di installare un antifurto.antifurto-casa_400

    Vorrei quindi un piccolo aiuto/consiglio. Premetto che verrà installato in queste condizioni: 3° piano, porta d’ingresso sul pianerottolo del vano scale, 2 portefinestre che ridanno sul terrazzo e le restanti finestre non hanno vie d’accesso.

    Ho i seguenti dubbi:

    – centrale con o senza fili?
    – che tipo di sensore usare per proteggere il terrazzo?
    – dove conviene posizionare la sirena? Sul terrazzo? Fuori da una delle finestre che ridà sulla facciata del palazzo?
    – dite che è necessario proteggere le altre finestre che non ridanno sul terrazzo?
    – un possibile deterrente da applicare al portone principale sul pianerottolo senza incappare in falsi allarmi?

    Se avete altri suggerimenti ditemi pure.

    Giorgio

     

    Caro Giorgio,

    alla domanda con o senza fili, deve rispondersi da solo. Entrambi gli allarmi sono molto validi, ed è più una scelta da fare in base alla struttura ed alla predisposizione dell’impianto (es: se ha già previsto delle canalette per far passare i fili dell’allarme.

    Un terrazzo può essere protetto in diversi modi: attraverso dei sensori a tenda, da montare esternamente agli infissi, oppure attraverso dei sensori volumetri da esterno oppure tramite i classici sensori per porte e finestre.

    E’ sempre consigliabile installare la sirena in una posizione difficilmente raggiungibile, posizionarla sul terrazzo non mi sembra quindi una buona idea. Dovrebbe inoltre essere messa in una posizione ben visibile, meglio se da una strada di passaggio. Le consiglio quindi di posizionarla di fianco ad una delle finestre che non si affacciano sul terrazzo o sul tetto se ne ha la possibilità.

    Se le finestre che non ridanno sul terrazzo sono ASSOLUTAMENTE irraggiungibili potrebbe evitare di spendere quei soldi o magari utilizzarli per acquistare dei sensori volumetrici da interno.

    Per quanto riguarda al portone principale ha pensato ad installare una telecamera o una sirena finte? Ma sinceramente non ne vedo l’utilità, soprattutto se lei non è in casa.

    Altri consigli? Come già detto le consiglio l’installazione di uno o più sensori volumetrici da interno. Inoltre se sceglierà un antifurto senza fili è bene dotarsi di una centralina a doppia frequenza.

    Spero di aver risposto in modo esaustivo a tutte le sue domande.

    Domande prima installazione antifurto
    4.48 su 8 voti