Logo antifurtocasa.it Antifurto Casa

La tua guida ai sistemi di allarme

Sensori di pressione


  • I sensori di pressione sono affidabili?

    23 Maggio 2014 • Antifurti, Sensori perimetrali1 Commento

    sensore_pressioneSai dirmi qualcosa sui sensori pressometrici. Sono affidabili o rappresentano solo l’ultima trovata in fatto di sistemi antifurto?

    Grazie

    Domenico

     

    Buonasera Domenico,

    i sensori pressometrici sono una tecnologia ormai obsoleta, trascurata e quasi dimenticata per via della loro totale inaffidabilità in ambienti domestici. Dovrebbero essere dei trasduttori di pressione, ma in realtà sono dei semplici microfoni selettivi che “sentono” le onde di pressione.

    Troppo sensibili agli spifferi e alle vibrazioni, generano numerosi falsi allarmi, per questo sono stati rimpiazzati da prodotti più economici e affidabili come l’infrarosso passivo o la microonda.

    Ti correggo, però, su “trovata commerciale”, non credo sia questo il caso, soprattutto perché questi sensori possono essere particolarmente utili in ambienti dove la pressione rimane costante a lungo, penso al caveaux di una banca, ad esempio.

    I sensori di pressione sono affidabili?
    4.52 su 5 voti

  • Antifurto casa abitazione

    17 Maggio 2014 • Antifurti, Installazione antifurto2 Commenti

    perimetro_appartamentoSono disperato, ho cercato informazioni ovunque, anche sul tuo blog, ma non ho trovato nulla di utile. Sto pensando di installare un antifurto e mi hanno proposto un sistema che funziona rilevando la pressione d’aria interna all’abitazione. Ho letto che genera falsi allarmi, mentre chi vorrebbe venderlo dice che è il più sicuro tra i sistemi antifurto.

    Sottolineo che la mia abitazione si sviluppa su due piani, ha un giardino sul davanti e predisposizione.

    Che mi consigli?

    Ti ringrazio

    Michele

     

    Ciao Michele,

    in effetti è un argomento non così ferquente, anche per il fatto che i sistemi antifurto che si basano sul rilevamento di pressione sono poco diffusi.

    Dato quello che mi dici, io opterei per un sistema perimetrale e volumetrico insieme, i sensori di pressione sono più adatti a piccoli ambienti e in una casa a due piani potrebbe causare diversi falsi allarmi, per via della normale perturbabilità legata a spifferi e correnti d’aria.

    Non spendendo molto, potresti utilizzare sensori via cavo affidabili e realizzazre un impianto parzializzato che protegga te e la tua famiglia anche quando siete in casa.

    Io ti suggerisco delle barriere a stilo sugli infissi e dei volumetrici da esterno per proteggere le finestre e, contemporaneamente avere la parzializzazione, in questo modo previeni anche l’intrusione e quindi eventuali danni.

    Antifurto casa abitazione
    4.6 su 6 voti

  • Sensori di pressione, volumetrici e perimentrali

    02 Ottobre 2013 • Antifurti, Sensori perimetraliNessun commento

    sensore_pressioneSalve,

    mi hanno consigliato di installare un impianto antifurto basato sulla rilevazione della modifica della pressione d’aria interna dell’appartamento. Ora la mia domanda è: quanto è affidabile un sistema del genere? Ho letto che genera parecchi falsi allarmi, è vero?

    Forse è giusto precisare che la mia casa si sviluppa su due piani, ha già una predisposizione per i sensori perimetrali e per quelli volumetrici e che ha un giardino su tre dei quattro lati.

    Io ho anche un’altra necessità, ossia quella di proteggere casa prima che i ladri arrivinoi a scassinare porte e finestre!

    Grazie per la risposta che mi darai

    Giulia

     

    Buongiorno Giulia,

    i sensori di pressione sono una tecnologia ormai superata, ma soprattutto inutilizzabili in grandi ambienti, a causa della perturbabilità naturale legata a spifferi e correnti d’aria.

    A mio avviso, avendo già una predisposizione per i sensori perimetrali e volumtrici, sarebbe più opportuno sfruttare i sensori via cavo (perimetrali e volumetrici) che costano meno e sono più affidabili per una struttura che si sviluppa su due livelli come la tua casa!

    Inoltre, utilizzando le tecnologie che ti consiglio hai anche la possibilità di proteggere zone diverse, in momenti diversi, anche e soprattutto se sei in casa.

    Invece, per difendere la casa prima che i ladri si possano avvicinare troppo, ti consiglio di installare delle barriere a stilo o dei sensori volumetrici da esterno a protezione delle finestre.

    Spero di esserti stato utile.

    Ciao Giulia

    Sensori di pressione, volumetrici e perimentrali
    4.93 su 8 voti

  • Sensori di pressione, questi sconosciuti!

    sensore_pressioneChe sono i sensori pressometrici? E come funzionano?

    Grazie in anticipo

    Gianni

     

    Ciao Gianni,

    i sensori di pressione dovrebbero essere dei trasduttori di pressione, ma in pratica sono solo dei microfoni selettivi che “sentono” le onde di pressione.

    Attualmente è difficile trovarne sul mercato, in quanto rappresentano una tecnologia ormai obsoleta, rimpiazzata da tecnologie come l’infrarosso passivo e la microonda.

    Negli impianti domestici non vengono più utilizzati perché ipersensibili e perturbabili, generano spesso falsi allarmi oppure, nel caso la pressione ambientale non è costante, non rilevavano proprio. Sono ancora impiegati però nei caveaux delle banche o comunque negli ambienti sigillati, ossia senza finestre o altre aperture.

    Spero di aver soddisfatto la tua curiosità!

    Sensori di pressione, questi sconosciuti!
    4.53 su 9 voti