Logo antifurtocasa.it Antifurto Casa

La tua guida ai sistemi di allarme

finestre


  • Contatti magnetici per la protezione della casa

    17 Settembre 2018 • Antifurti1 Commento

    Poter vivere in una casa sicura e tranquilla è sicuramente il sogno di tutti, soprattutto quando pensiamo alle statistiche che segnalano, negli ultimi anni, un aumento dei furti ai danni delle abitazioni davvero esponenziale. Sicuramente esistono degli accorgimenti per prevenire, ridimensionare ed arginare le azioni dei malintenzionati, e così da preservare la vostra incolumità e rendere la casa più sicura. E’ importante sapere che si solito i ladri agiscono nei punti più vulnerabili degli edifici, ovvero dove ritengono vi siano meno difficoltà per riuscire nell’intento di introdursi dentro delle abitazioni, che siano appartamenti in condominio, case singole, attività commerciali o ville isolate.

    I contatti magnetici, ad oggi, rappresentano la soluzione più popolare, diffusa ed anche più economica per porre sotto controllo tutti i punti di accesso della casa (porte e finestre): si tratta di due magneti di piccole dimensioni che vengono posizionati vicino l’apertura delle finestre e delle porte, uno sull’infisso e l’altro sul battente. I due dispositivi hanno il compito di inviare alla centrale una segnalazione nel momento in cui vengono separati, cioè nell’istante in cui si verifica la rottura del contatto e quindi l’apertura della porta oppure dell’anta.

    Dunque, per far sì che non scatti l’allarme, i due contatti magnetici devono rimanere uniti: pertanto in caso di un tentativo di forzatura o di apertura imprevista, il dispositivo invia alla centrale un segnale che viene immediatamente elaborato per far scattare l’allarme. Per quanto riguarda l’aspetto estetico dei contatti magnetici, si presentano come piccolo e non invasivi; infatti, si possono facilmente mimetizzare magari verniciandoli dello stesso colore di porte e finestre. In commercio si possono trovare diverse tipologie di contatti magnetici, che differiscono tra loro per dimensioni, funzionalità e costi: ad esempio esistono quelli “a vista” o quelli con installazione  ad “incasso”. La scelta di optare tra l’uno o l’altro modello di contatto deve basarsi sia sul tipo di apertura da proteggere, sia sulla sua conformazione e struttura.

    Ciò presuppone che i contatti prevedano necessariamente che le porte e finestre siano chiuse, pertanto se si desidera un tipo di protezione attivo con finestre aperte, è consigliabile scegliere un altro tipo di dispositivo. C’è da dire che i contatti magnetici risultano estremamente versatili, in quanto possono essere applicati anche sulle tapparelle o serrande: in questo caso, però, bisogna sottolineare che per questo tipo di funzione esistono in commercio dispositivi specifici, come i roller tapparella, che proteggono le tapparelle avvolgibili dalle eventuali manovre indesiderate di strappo, sollevamento o sfondamento.

    Infine, è importante sottolineare che il collegamento dei contatti magnetici in centrale si può effettuare in due modi, ossia in parallelo o in serie: la differenza sostanziale fra le due metodiche sta nel fatto che nel collegamento in parallelo l’identificazione del sensore in caso di allarme o di guasto avviene in maniera immediata; diversamente, con il collegamento in serie, si occupa soltanto una uscita in centrale. Possiamo dunque concludere che i contatti magnetici risultano economici, efficaci e funzionali nel rilevare le intrusioni.

    Contatti magnetici per la protezione della casa
    4.3 su 5 voti

  • Barrierine a stilo per la protezione delle finestre

    barrierineBuongiorno,

    finalmente anch’io ho deciso di acquistare un sistema d’allarme. Vivo al piano rialzato di una casa indipendente e vorrei qualcosa che protegga il perimetro e che si possa azionare soprattutto di notte. Non vorrei sensori volumetrici interni ed esterni per una serie di problemi che ora evito di elencare.

    Proteggerei il portone d’ingresso con dei contatti megnetici d’apertura e di vibrazione, ma per le finestre non so come comportarmi. Barriere o sensori d’apertura? Oppure c’è altro?

    Grazie per l’aiuto

    Flavio

     

    Ciao Flavio,

    c’è un modo che ti permette di prevenire lo scasso e proteggere l’attraversamento delle aperture, si tratta delle barrierine a stilo! Ti permettono di tenere le finestre aperte e, se vuoi aumentare il grado di sicurezza, potresti aggiungere dei contatti magnetici o di vibrazione per quando le finestre sono chiuse.

    Puoi collegare in serie le barriere e i contatti, ma questo non ti permette di parzializzare l’impianto perché con le finestre aperte la linea sarebbe sempre in allarme oppure auto-esclusa dalla centrale al momento dell’inserimento.

    La soluzione ideale sarebbe un cavo con due conduttori a disposizione, così da portare in centrale due allarmi separati.

    Se, invece, stiamo parlando di un sistema wireless allora non hai di questi problemi, anche se il costo dei componenti è maggiore.

    Barrierine a stilo per la protezione delle finestre
    4.15 su 8 voti

  • Installazione sensori esterni per finestre

    protezione finestreCiao,

    ho delle finestre con inferriate e vorrei proteggerle ulteriormente con sensori a raggi infrarosso passivo filari. Ho qualche dubbio sull’installazione, pur mettendoli a ridosso della finestra, potrebbero generare falsi allarmi a causa del vento o degli sbalzi di temperatura?

    Ti ringrazio

    Donato

     

    Ciao Donato,

    mi pare di capire che ti preoccupa un po’ il fatto che non ci siano elementi di protezione come persiane o tapparelle… In linea di massima, i sensori dovrebbero funzionare benone, potrebbe esserci qualche problema solo se una o più finestre sono esposte a sud. Il terreno potrebbe scaldarsi e generare correnti d’aria calda che creerebbero disturbi sul sensore, per il resto, essendo sensori per esterno, hanno involucri che li proteggono da umidità e condensa.

    Una precauzione potrebbe essere l’ombreggiatura delle finestre, con una tenda da sole o una tettoia. Invece in inverno non ci saranno problemi!

    Installazione sensori esterni per finestre
    4.28 su 5 voti

  • Protezione delle finestre tetto

    veluxCiao,

    seguo sempre il tuo blog, grazie per le precise e attente risposte!

    Sono qui a chiederti come posso proteggere le finestre da tetto. Ho bisogno di protezione anche quando sono in casa e i velux sono aperti.

    Grazie mille

    Kamal

     

    Salve Kamal,

    le finestre da tetto sono delicate da proteggere, soprattutto se, come te, si desidera tenerle aperte. Con quel tipo di finestra i problemi il posizionamento e le alte temperature.

    Ora le possibilità sono due: se la configurazione del tetto lo permette potresti provare con un sensore da esterno montato su un palo, mi viene in mente una vicina antenna, questo ti permetterebbe di prevenire l’intrusione, ma un problema potrebbero essere i volatili e quindi i numerosi falsi allarmi. Oppure, potresti usare dei contatti magnetici con un sensore inerziale posizionato sulla parte mobile, certo non previene come un sensore esterno, ma funziona anche a finestre aperte e impianto parzializzato.

    Protezione delle finestre tetto
    4.67 su 3 voti

  • Preventivo antifurto casa

    preventivoCiao,

    ho bisogno di un preventivo per l’antifurto di casa, nel dettaglio ho 15 finestre che vorrei allarmare. Ho già un impianto antifurto filare sulle persiane, ma ogni volta che devo uscire son lì a chiudere tutto!

    Dai preventivi che ho, emerge che il filare ha un costo maggiore rispetto al wireless, ma ti ho sentito dire che è il filare a costare meno. Qualcosa non torna, cosa sai dirmi? Quale preventivo per l’antifurto è adeguato?

    Ti ringrazio

    Sara

     

    Ciao Sara,

    immagino che, in questo caso, sia il numero di finestre da proteggere a fare la differenza. Probabilmente il costo del preventivo dell’antifurto lievita a causa del cablaggio di 15 finestre per la casa, in quanto il costo di un contatto magnetico o di un sensore infrarosso con lente a tenda via cavo costa meno di un prodotto via radio.

    Qualitativamente parlando, invece, non ci sono differenze sostanziali!

    Preventivo antifurto casa
    4 su 5 voti