Logo antifurtocasa.it Antifurto Casa

La tua guida ai sistemi di allarme

Proteggere


  • Proteggere il terrazzo

    Buon pomeriggio,

    mi chiamo Adele e ti scrivo perché mi piacerebbe avere da te qualche consiglio utile: ho bisogno di proteggere sia il terrazzo che la veranda della mia abitazione, situata al quarto piano di un palazzo al centro di Ancona. La mia è l’ultima casa della palazzina, al di sopra della quale è presente un terrazzo ad uso condominiale dal quale, purtroppo, è facile saltare e in un batter di ciglia ritrovarsi nel mio appartamento. Capisci bene la mia preoccupazione al riguardo, soprattutto perché non sono mancati furti e tentativi di intrusione nella zona in cui vivo. Non molto tempo fa ho richiesto dei preventivi in giro, e più o meno tutti presuppongono una protezione perimetrale delle finestre, già dotate di inferriate, e un sensore volumetrico da interno, da collocare lungo il corridoio che porta alle varie stanze. Tali soluzioni, però, non mi soddisfano affatto, specialmente perché sono convinta che manchi qualche cosa per la protezione del terrazzo, soprattutto quando io e la mia famiglia ci troviamo in casa, magari con le finestre aperte durante le serate estive. A questo punto ti chiedo: c’è qualcosa che può essere adatto alla mia condizione e che non causi la manifestazione dei falsi allarmi? Te lo dico perché l’area è esposta in modo particolare sia al forte vento che alle intemperie, oltre ad essere visitata spesso e volentieri dagli uccelli.. Inoltre, il preventivo per un impianto di antifurto senza fili ammonta a circa 1.800 euro, ti domando: l’iva è applicata al 10 % ? Ti ringrazio in anticipo per l’attenzione e le risposte vorrai darmi, e approfitto anche per farti i complimenti per il blog, sempre attento alle dinamiche della sicurezza! Spero tu possa darmi una mano per risolvere la mia situazione.

    Un saluto

    Adele da Ancona

    Buon pomeriggio Adele,

    grazie a te per i complimenti e per esserti rivolta a me! Allora, visto che il terrazzo, da ciò che mi racconti è notevolmente esposto agli agenti atmosferici ed alla presenza di animali, penso che la sola scappatoia per evitare i falsi allarmi sia data dall’impiego di una protezione sia del muro perimetrale che dei vari ingressi presenti nella tua abitazione (ovvero delle finestre, delle porte finestre e così via), il tutto tramite l’installazione di sensori con barriera o con lente a tenda.

    Se comunque tale soluzione non ti convince abbastanza per motivi di sicurezza in merito al terrazzo, allora potresti tentare con l’installazione di un sensore volumetrico da esterno: in questo modo la protezione in caso di effrazione risulterà senza dubbio maggiore, ma di conto la manifestazione dei falsi allarmi potrebbe essere frequente e fastidiosa.

    Per ciò che concerne la domanda sull’aliquota, ti posso dire che si può applicare l’iva del 10% con restrizione e dichiarazioni, ad ogni modo ti consiglio di visitare la sezione dedicata sul sito dell’Agenzia delle Entrate ed approfondire l’argomento con il tuo commercialista di fiducia per conoscere tutto l’iter nel dettaglio. Spero di essere stato un valido aiuto, per qualsiasi altra domanda o chiarimento mi trovi qui a disposizione! Un Saluto

    Proteggere il terrazzo
    4.7 su 5 voti

  • Come proteggere il Digital Video Recorder

    24 Ottobre 2018 • Videosorveglianza1 Commento

    Il Digital Video Recorder, la versione digitale ed avanzata del tradizionale videoregistratore, rappresenta uno dei componenti più importanti di un impianto per la videosorveglianza, in quanto al suo interno vengono archiviate e custodite tutte le immagini generate e registrate dalle telecamere posizionate in casa, all’interno dell’attività commerciale, nell’ufficio e così via. Il Digital Video Recorder è in grado di comprime in modo digitale i video, per poi conservarli all’interno di in una hard disk.

    Vi è mai capitato si chiedervi cosa potrebbe succedere se durante un furto ai danni della nostra abitazione, i ladri riuscissero a trovare il Digital Video Recorder e a portarlo via o distruggerlo, tenendo conto che al suo interno sono contenute tutte le immagini di videosorveglianza? È chiaro che in una situazione del genere il livello della sicurezza verrebbe meno in modo grave, in quanto ci verrebbe impedito di prendere visione delle preziose registrazioni realizzate nella nostra proprietà.

    Probabilmente non ci viene subito da pensare a tutto questo, eppure è di fondamentale importanza proteggere il Digital Video Recorder dagli eventuali rischi. Diversi utenti pensano erroneamente che un metodo per tenere in sicurezza il proprio Digital Video Recorder sia il mero posizionamento (per esempio il zone alte della casa dove si pensa siano ben nascosti); a dirla tutta, questa risulta una soluzione non solo scomoda per raggiungere l’apparecchio quando bisogna usufruirne, ma soprattutto non sicura, perché i ladri saranno comunque in grado di individuarlo e di romperlo per impedirvi di guardare le immagini di sicurezza che possono inchiodarli.

    In realtà questo dispositivo deve essere a portata di mano e quindi accessibile per il proprietario che dovrà effettuare la programmazione delle registrazioni, modificare gli orari di registrazione, cambiare l’hard disk oppure accedere alle immagini per visionarle. Detto ciò, per evitare criticità come la scomodità di avere il dispositivo in altezza o peggio ancora che venga danneggiato dai malviventi, sul mercato esistono degli appositi armadietti pensati e realizzati proprio per contenere e proteggere il Digital Video Recorder. Parliamo di armadietti molto discreti, fatti su misura e dotati di lucchetti difficili da manomettere.

    Per quanto riguarda l’aspetto economico, è ovvio che nel momento in cui si decide di dotarsi di un sistema per la videosorveglianza e quindi di mettere mano al portafoglio, l’acquisto di un armadietto per il Digital Video Recorder risulta una spesa in più che può pesare sul resto. Al contempo però, se pensiamo ai rischi connessi alla eventuale distruzione di un Digital Video Recorder, la spesa aggiuntiva iniziale può ripagarci di un grande problema che potrebbe presentarsi nel futuro.

    Possiamo infine asserire che il costo di un armadietto per proteggere il Digital Video Recorder risulta notevolmente giustificato dal prezzo del Digital Video Recorder, in quanto un suo danneggiamento per mano dei ladri andrebbe a pesare molto di più della spesa iniziale aggiuntiva per un armadietto. Un consiglio logico, dunque, è quello di prevenire eventuali criticità future dotandosi di un armadietto specifico per proteggere al meglio il nostro prezioso Digital Video Recorder.

    Come proteggere il Digital Video Recorder
    4.7 su 3 voti

  • Proteggere una recinzione con cancello

    04 Aprile 2014 • Antifurti, Sensori perimetrali3 Commenti

    recizioneBuonasera,

    vorrei qualche informazione sui sensori d’allarme che si fissano sulle recinzioni perimetrali, ma soprattutto vorrei capire come ci si comporta in presenza di un’apertura come un cancello.

    Grazie

    Sante

     

    Ciao Sante,

    se nella tua proprietà monti dei sensori perimetrali sulla recinzione, dovrai proteggere il cancello con un sensore diverso, come il contatto di apertura. Un contatto magnetico potrebbe essere adatto se la porta è basculante, mentre se ti preoccupa uno scavalcamento allora sarà opportuno usare barriere infrarosso da esterno.

    Non ci dovrebbero neanche essere problemi di alimentazione, qualora non sia possibile cablare le barriere o il contatto si può sempre usare un trasformatore e trasmettere l’allarme via radio.

    Spero di esserti stato utile

    Proteggere una recinzione con cancello
    4.5 su 2 voti

  • Proteggere il perimetro – barriere o sensori a tenda?

    barriere infrarossiCiao,

    credo che la mia sia una domanda semplice. Devo installare l’antifurto in casa, ma la mia priorità è mantenerlo attivo mentre sono dentro. Ho chiesto pareri e preventivi, ma sono discordanti tra loro. C’è chi mi consiglia le barriere perché offrono un livello maggiore di sicurezza, chi i sensori a tenda con anti-appannamento. Quelli che consigliano i sensori a tenda sostengono che le barriere sono una tecnologia ormai superata, che genera solo un gran numero di falsi allarmi.

    Aiuto! Voglio un tuo parere!

    Grazie mille

    Simona

    Buonasera Simona,

    tieni conto che tutte e due le soluzioni sono valide, se vuoi un mio parare anch’io installerei barriere infrarosso, soprattutto in situazioni dove il passaggio o la sosta davanti a porte o aperture è più semplice o può passare inosservato, mentre preferirei dei sensori a tenda con anti-masking per posti più esposti ai raggi solari.

    Proteggere il perimetro – barriere o sensori a tenda?
    4.75 su 4 voti

  • Proteggere un box auto con un sistema antifurto

    02 Gennaio 2014 • Antifurti, Sensori perimetraliNessun commento

    boxautoBuonasera,

    ho una porta basculante a cui ho applicato un contatto filare con magnete collegato alla centrale, ma ho paura che essendo in garage, quindi lontano dall’appartamento, i ladri possano eludere il contatto e intrufolarsi in casa.

    Cosa possa fare per prevenire una situazione simile? Ovviamente ho installato un sensore perimetrale sulla porta che collega l’appartamento al garage!

    Ti ringrazio per l’aiuto che mi darai

    Rocco

    Ciao Rocco,

    non hai tutti i torti ad essere preoccupato. Il contatto sulla porta basculante è sì sicuro, ma forse insufficiente a proteggere il garage, soprattutto perché questo rappresenta un punto d’accesso per l’appartamento.

    Hai fatto bene ad installare il contatto sulla porta, ma io aggiungerei un sensore volumetrico nel box auto, in questo modo realizzi un sistema difficile da eludere.

    In alternativa, puoi installare altri contatti in serie sulla porta basculante, puntando sul fatto che si auto-proteggono tra loro.

    Proteggere un box auto con un sistema antifurto
    4.43 su 7 voti