Logo antifurtocasa.it Antifurto Casa

La tua guida ai sistemi di allarme

Protezione


  • Protezione del porticato esterno

    porticatoCiao,

    sono Rebecca e ho una casina su due piani con grandi vetrate, portefinestre e finestre. Sulle vetrate abbiamo installato un sistema che rileva le vibrazioni, mentre sulle finestre e portefinestre abbiamo montato sensori a tenda. All’interno ci sono dei sensori volumetrici, mentre il portico esterno che circonda la casa è senza protezione. Cosa potremmo acquistare per aumentare la sicurezza? Non vogliamo falsi allarmi.

    Grazie

     

    Buonasera Rebecca,

    la soluzione più semplice e pratica che mi viene in mente è quella di montare delle barriere da esterno sulle colonne del porticato, magari ad altezza uomo, in modo che se ci fossero degli animali domestici non procurerebbero falsi allarmi.

    Sono tanti i modelli sul mercato, è importante acquistarli valutando la distanza da coprire e le esigenze estetiche.

    In alternativa, puoi sempre valutare l’acquisto di sensori da esterno con lente a tenda oppure orientabili o con tecnologia PET. In più, dato che possiedi già un sistema d’allarme io ti consiglierei di collegare le barriere a un buzzer o a una sirena interna che possano avvisarti in caso di intrusione, quando l’impianto è in modalità parzializzata.

    Un ottimo deterrente sono poi le luci da esterno, montarne un paio in modo che si accendano in caso di allarme scoraggia anche il ladro più temerario.

    Protezione del porticato esterno
    4.75 su 6 voti

  • Protezione delle finestre tetto

    veluxCiao,

    seguo sempre il tuo blog, grazie per le precise e attente risposte!

    Sono qui a chiederti come posso proteggere le finestre da tetto. Ho bisogno di protezione anche quando sono in casa e i velux sono aperti.

    Grazie mille

    Kamal

     

    Salve Kamal,

    le finestre da tetto sono delicate da proteggere, soprattutto se, come te, si desidera tenerle aperte. Con quel tipo di finestra i problemi il posizionamento e le alte temperature.

    Ora le possibilità sono due: se la configurazione del tetto lo permette potresti provare con un sensore da esterno montato su un palo, mi viene in mente una vicina antenna, questo ti permetterebbe di prevenire l’intrusione, ma un problema potrebbero essere i volatili e quindi i numerosi falsi allarmi. Oppure, potresti usare dei contatti magnetici con un sensore inerziale posizionato sulla parte mobile, certo non previene come un sensore esterno, ma funziona anche a finestre aperte e impianto parzializzato.

    Protezione delle finestre tetto
    4.67 su 3 voti

  • Protezione di casa e giardino

    casa e giardinoBuonasera,

    chiedo il parere di un esperto per evitare di combinare pasticci e spendere soldi inutilmente. Ho acquistato un appartamento al pian terreno con giardino che ha predisposizione per un impianto filare, ci sono anche dei micro contatti sui serramenti, ma non l’ho mai messo in funzione perché mancano una sirena e la centrale. Interpellando dei tecnici mi è stato detto di lasciar perdere questo impianto e di optare per un sistema antifurto da esterno senza fili. Io non mi fido di quanto mi è stato detto e poi lo vedo complicato e costoso – batterie da cambiare spesso, giardino off limits per il mio cane, ecc.

    Aiuto!

    Rossana

     

    Ciao Rossana,

    oggigiorno molti appartamenti di nuova costruzione vengono realizzati con la predisposizione di cui parli, solitamente una protezione volumetrica per l’interno con contatti sui serramenti. E’ un impianto affidabile e sicuro per l’interno della casa, mentre un impianto perimetrale esterno, come quello che ti è stata consigliato, rappresenterebbe una protezione ulteriore.

    Installare un impianto anche all’esterno ti permetterebbe di stare al sicuro anche quando sei dentro, penso soprattutto all’estate, quando si lasciano aperte le finestre.

    Ovviamente, devi prestare attenzione alla modalità di utilizzo: non devi azionare le zone al passaggio, ma dovrai attivarlo di notte quando vai a letto e disattivarlo quando ti sveglierai. Di solito questi impianti sono accompagnati da sirena da interno che aiuti a segnalare l’intrusione e a prendere provvedimenti in tempi brevi. La centralina sarebbe la stessa che usi per l’interno, infatti si tratta della funzione di parzializzazione giorno/notte attivabile attraverso la tastiera.

    Essendo il tuo un impianto filare, io ti consiglierei di non installare sensori via radio all’esterno, potresti sfruttare uno dei contatti interni, usando lo stesso cavo. Così facendo, risparmierai sui costi di manutenzione e potrai utilizzare la stessa centrale, la stessa tastiera e la stessa sirena dell’impianto via cavo.

    Se hai altri dubbi, scrivimi pure!

    Protezione di casa e giardino
    4.5 su 4 voti

  • Protezione di un terrazzo con sensore a tenda

    finestraBuonasera,

    ho una curiosità: se metto un sensore a tenda sopra il telaio della finestra che si affaccia su un grande terrazzo, in modo da proteggerne l’ingresso, cosa impedirebbe di smontarlo senza farsi rilevare dal sensore?

    Gianni

     

    Ciao Gianni,

    solitamente questi sensori vanno montati all’interno della finestra, ma nel caso sia montato all’esterno, può essere protetto da un sistema anti-rimozione che segnala l’asportazione dal telaio o dal muro.

    Tutti i sensori, sirene incluse, sono auto-protetti da un circuito chiamato anti-tamper 24h, che rimane sempre acceso e che protegge sia dalla rimozione che dell’apertura del contenitore.

    Protezione di un terrazzo con sensore a tenda
    4.75 su 4 voti

  • Protezione con la videosorveglianza

    videosorveglianzaBuonasera,

    ti scrivo perché vorrei aumentare il livello di sicurezza della mia abitazione, ma non voglio utilizzare i tradizionali sistemi: i cavi interrati sono troppo costosi per me; non ho abbastanza spazio per i microonde, per gli infrarossi attivi ho difficoltà installative, mentre mi spaventano i falsi allarmi della doppia tecnologia.

    Per ora ho un sistema di videosorveglianza con videocamere analogiche e dvr e stavo pensando di acquistare un sistema di video analisi…per capirci quelli che esaminano le immagini delle telecamere e individuano intrusioni all’interno di un perimetro.

    Sai dirmi qualcosa a riguardo?

    Grazie

    Settimio

     

    Ciao Settimio,

    la tua domanda è interessante e potrei dilungarmi molto sulla questione, ma cercherò di essere breve e chiaro. Per un sistema di video analisi le considerazioni indispensabili da fare sono sulla buona illuminazione della zona e sulla stabilità dell’area da controllare.

    Illuminazione – non possono esserci sbalzi di luce, la zona da proteggere deve essere il più omogenea possibile. E’ necessario fare attenzione alla regolazione sulla telecamera e valutare se è una day/night o se ha compensazione automatica, nel primo caso sarà importante compensare con un’illuminazione esterna, tradizionale o infrarosso.

    Stabilità – si tratta di un discorso legato alla taratura che farai sulle zone allarmate. Solitamente è possibile selezionare alcune aree dove viene fatta l’analisi dei pixel; cerca di evitare quelle zone dove ci possono essere interferenze ambientali.

    Spero di esserti stato d’aiuto!

    Protezione con la videosorveglianza
    4.5 su 2 voti