Logo antifurtocasa.it Antifurto Casa

La tua guida ai sistemi di allarme

frequenza


  • Antifurti wireless vulnerabili

    23 febbraio 2015 • Antifurti, Fisco e leggi1 Commento

    sensori_wirelessBuongiorno,

    da poco ho un sistema antifurto con antijamming. Ho provato ad accecarlo con un trasmettitore da radioamatore che funziona sulla frequenza 433 MHz e sono riuscito a mettere fuori uso i sensori, tenendo occupata la banda radio. Con questa tecnica un ladro sarebbe riuscito a ripulirmi casa!

    Ho chiesto spiegazioni a chi mi ha venduto l’impianto e mi è stato detto che l’antijamming si attiva solo se l’interferenza è di un particolare tipo e se dura più di 30 secondi. Per me un sistema del genere è inutile e, dopo aver restituito l’impianto, sono stato rimborsato.

    Così mi sono messo in cerca di altro e ho letto commenti positivi sui sistemi a banda stretta FM con frequency hopping supervisionato (sempre frequenza 433 MHz). Mi sono convinto, l’ho acquistato, ma anche questo si è mostrato vulnerabile per la comunicazione sensori-centrale, ma soprattutto anche qui nessun avviso di presenza di interferenza. Così ho restituito il prodotto e sono stato rimborsato!

    Alla fine ho provato un sistema doppia frequenza con antijamming. Ho fatto i miei soliti test e finalmente posso definirmi soddisfatto: se oscuro una frequenza, l’altra funziona e nel caso la centrale si accorge di un problema su entrambe le frequenze, si attiva e mi avvisa.

    La mia domanda è questa: esistono impianti d’allarme monofrequenza con sistema di comunicazione più decente di quelli che ho trovato io??

    Adesso, invece, una curiosità, la frequenza 2.4 GHz non può essere usata per gli allarmi?

    Grazie e saluti

    Matteo

     

    Ciao Matteo,

    mi fa piacere ricevere mail di questo tipo, la condivisione di un proprio problema può essere d’aiuto a tanti altri e ci fornisce motivi d’approfondimento.

    In base alla mia esperienza, posso dirti che esistono sistemi monofrequenza validi, ma purtroppo sono difficili da distinguere oggigiorno, soprattutto perché il mercato è stato invaso da prodotti a basso costo che hanno generato parecchia confusione nel cliente medio.

    Inoltre, non c’è una vera e propria normativa che tuteli il consumatore che non ha capacità tecniche e analitiche per decidere se il prodotto risponda o meno alle proprie esigenze di sicurezza.

    Per quanto riguarda la frequenza 2.4 GHz posso dirti che in teoria è usabile nel campo della sicurezza, ma nella pratica non siamo ancora pronti per farlo, fondamentalmente perché la frequenza non è ancora inserita in un piano ripartizioni accettato a livello internazionale.

     

    Antifurti wireless vulnerabili
    3.42 su 5 voti

  • Codifica e doppia frequenza – Cosa sono?

    24 aprile 2014 • AntifurtiNessun commento

    codificaCiao,

    io e mia moglie stiamo scegliendo un allarme da installare e vorremmo capire cosa pensi di un impianto che prevede contatti sulle porte e sulle finestre con tre funzioni (finestra, persiana, anti-shock), una centrale che lavora in monofrequenza con codifica a 48 bit. Che differenze ci sono tra una codifica a 48 bit e una doppia frequenza in termini di sicurezza?

    Grazie

    Alfonso

     

    Salve Alfonso,

    la codifica e la mono/doppia frequenza sono aspetti diversi di un sistema d’allarme via radio, ma facciamo chiarezza.

    La codifica si applica alla trasmissione dei codici dai sensori e dalle periferiche alla centrale ed è molto simile a un codice segreto: più il codice è lungo, più sarà difficile duplicarlo, più sarà sicuro.

    La doppia frequenza, invece, assicura che i vettori di trasmissione non vengano oscurati da apparecchi che rendano sorda la centrale.

    Quindi, ricapitolando, la codifica assicura che la trasmissione sia pulita e univoca, mentre la doppia frequenza dà maggiore affidabilità e sicurezza rispetto ad attacchi esterni.

    Per quanto mi riguarda, sceglierei la doppia frequenza in quanto un impianto via radio ha un’alta probabilità di essere oscurato.

    Codifica e doppia frequenza – Cosa sono?
    4.77 su 7 voti

  • Sistemi via radio e problemi di interferenze

    19 febbraio 2014 • Antifurti, Fisco e leggi2 Commenti

    frequenzeBuonasera,

    vorrei parlarti della funzione anti-jamming sulle centrali a frequenza unica 433 Mhz. A mio modesto parere l’anti-jamming non è sicuro, anzi del tutto inaffidabile dato che si possono generare falsi allarmi a causa dei radioamatori che sono autorizzati a trasmettere su questa frequenza. Non capisco perché i sistemi d’allarme debbano usare una banda così satura di interferenze radio, non sarebbe meglio sfruttare la frequenza 400 Mhz?

    Mi confermi che, ad oggi, la doppia frequenza 433/868 Mhz rappresenta l’unica garanzia di funzionamento esente da disturbi e tentativi di jamming?

    Giacomo

     

    Ciao Giacomo,

    capisco benissimo le tue perplessità, il problema di cui parli è stato posto anche all’Ente Europeo che assegna le frequenze radio, ma purtroppo i sistemi d’allarme sono Lower Power Devices, ossia sistemi con potenza di trasmissione inferiore a 10 mW senza necessità di licenza, come qualsiasi altro apparecchio (giocattoli, baby-monitor, radiocomandi per cancelli, ecc).

    Dopo le tante segnalazioni l’Ente Europeo ha assegnato i sistemi d’allarme agli SRD – Short Range Devices – che operano nella 868 Mhz, meno congestionata, risolvendo in qualche modo il problema, ma l’assegnazione delle frequenze è una questione molto delicata e le applicazioni nel campo della sicurezza non giustificano un’assegnazione riservata, anche se noi esperti continuiamo a sostenere il contrario.

    Sistemi via radio e problemi di interferenze
    4.67 su 3 voti

  • Ancora sugli antifurto doppia frequenza: meglio la 868mhz?

    frequenzaSalve,

    per un sistema di allarme senza fili è meglio la doppia frequenza o la 868Mhz?

    Leggo che questa frequenza è ad uso esclusivo per gli antifurto mentre altre frequenze non lo sono.

    La centrale superokkio della sicurezzapro è a doppia frequenza?

    Gianni

     

    Buonasera Gianni,

    abbiamo già trattato questo argomento e ti invito a dare uno sguardo a questo articolo:

    Centrale sistema antifurto – Mono o doppia frequenza 433Mhz e 868Mhz. E’ l’antiaccecamento?

    Per quanto riguarda la tua domanda sulla frequenza 868Mhz, non è vero che questa sia dedicata esclusivamente ai sistemi antifurto. Non voglio addentrarmi in  questioni tecniche ma posso dirti che la frequenza sui 868Mhz rientra almeno in 8 classi R&TTE (ovvero la normativa che si occupa delle frequenze radio). Le classi dalla 28 alla 33 definiscono che l’uso delle frequenze  di cui parliamo possa essere dedicato a qualsiasi prodotto “short range” ovvero a corpo raggio come ad esempio i radiocomandi degli apri cancello (che infatti si trovano anche a  868Mhz) ed altre apparecchiature e quindi non solo ai sistemi antintrusione.

    Da tenere presente che generalmente le frequenze alte subiscono una maggiore attenuazione da parte di muri, finestre ecc.

    Si, la centrale della sicurezzapro denominata superokkio è in doppia frequenza vera a 433+868Mhz.

    Saluti

    Ancora sugli antifurto doppia frequenza: meglio la 868mhz?
    4.57 su 7 voti

  • Sistemi antifurto e frequenze radio: 868Mhz o doppia frequenza?

    10 febbraio 2014 • Antifurti2 Commenti

    frequenze radioBuonasera,

    un venditore mi ha detto che presto i sistemi a doppia frequenza scompariranno perché gli allarmi passeranno tutti alla frequenza 868 MHz in modo da evitare i falsi allarmi. Pare che questa sia una fase transitoria nella quale si producono ancora centraline a doppia frequenza, ma è possibile?

    Ti ringrazio

    Sandro

     

    Ciao Sandro,

    quello che ti è stato detto non è affatto vero. Forse chi te lo ha detto lo ha fatto perchè non vende sistemi a doppia frequenza e cerca di sviare la tua scelta?

    La doppia frequenza è sempre e comunque da preferire e non è vero che tutti gli allarmi passeranno alla frequenza 868Mhz.

    Semmai potrebbe valere il contrario: ovvero che tutti i sistemi antifurto passeranno alla doppia frequenza perchè una sola frequenza diventerà insufficiente?

    Non c’è correlazione fra le frequenze utilizzate ed i falsi allarmi.

    Ciao

    Sistemi antifurto e frequenze radio: 868Mhz o doppia frequenza?
    4.8 su 5 voti