Logo antifurtocasa.it Antifurto Casa

La tua guida ai sistemi di allarme

Sistemi d’allarme a confronto

falsi allarmiCiao,

ti seguo sempre e finalmente mi sono deciso ad installare un impianto d’allarme anch’io! Voglio proteggere il mio appartamento al secondo piano, ma soprattutto la mia famiglia, specialmente di notte. Ci sono finestre e porte finestre facilmente accessibili e un lungo balcone sul quale si affacciano gran parte delle aperture.

Purtroppo ho un budget limitato, ma vorrei davvero qualcosa che protegga la mia famiglia, sono spesso fuori di notte!

Aiuto! Mimmo

 

Ciao Mimmo,

inizierei con l’acquistare dei contatti magnetici di apertura da posizionare sulle finestre e dei sensori infrarosso a tenda da installare sulle porte finestre.

Avrai poi bisogno di una centrale di piccolo taglio, magari con tastiera a bordo oppure con radio-comando così da facilitare l’attivazione notturna.

Il budget limitato non è un problema, soprattutto se puoi usufruire di una predisposizione…un sistema via filo è sempre meno costoso di uno via radio, anche nella gestione e nella manutenzione. In caso contrario, se sei un po’ pratico di fai da te, potresti cercare dei kit d’allarme wireless on line, la qualità è buona, il costo minore e risparmieresti sull’installazione! Accertarti solo che il materiale sia omologato e che venga garantita l’assistenza.

Infine, per il balcone, potresti installare una luce, magari un infrarosso abbinato a un crepuscolare, sono soluzioni economiche, ma con un’ottima funzione deterrente.

 

Share Button
Sistemi d’allarme a confronto
4.33 su 9 voti

Ti potrebbe interessare anche...



Commenti all'articolo

  1. Lia ha detto:

    Il minimo per un sistema d’allarme è dato da un sensore a contatto per ogni finestra e porta d’ingresso ed almeno un sensore di movimento nel corridoio principale. Non spenderai molto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *