Logo antifurtocasa.it Antifurto Casa

La tua guida ai sistemi di allarme

Fisco e leggi


  • Telecamerina per la mia porta blindata.

    telaio-porta-blindata_324x268Magari faccio una domanda banale ma,  non ho alcuna dimestichezza con  gli impianti di allarme in generale anche se mi piacerebbe  badare meglio alla sicurezza della mia casa in senso generale.

    Nello specifico, osservando lo spioncino in dotazione alla mia porta blindata mi chiedevo se esistessero in commercio microtelecamere per poterlo sostituire con qualcosa di tecnologicamente più avanzato e sicuro.

    Potete aiutarmi?

    Lella.

     

    Ciao Lella. Il tuo problema è molto più facilmente risolvibile di quanto tu possa immaginare.

    Se sei pratica del web, un brevissimo giro in rete ti consentirà di trovare microtelecamere anche ad alta definizione utili allo scopo.

    Unica accortezza, mi raccomando è che queste siano del tipo a filettatura e del diametro giusto per la sostituzione con tuo vecchio occhio magico.

    Anche in questo caso la rete ci viene incontro.

    Un salutone.

    Telecamerina per la mia porta blindata.
    4.36 su 9 voti

  • ESISTONO SENSORI CHE RILEVANO I TENTATIVI DI TAGLIO DELLE INFERIATE?

    Sono alla ricerca di informazioni sull’eventuale esistenza di sensori che riescano a rilevare le vibrazioni generate da eventuali tentativi di taglio delle tapparelle o delle inferiate esterne che possano far scattare l’impianto d’allarme  che sto cercando di ipotizzare per rendere più sicura la mia abitazione.

    Potete darmi qualche informazione in merito’?

    Grazie.

    Lucio.

     

    Ciao Lucio

    Anche in questo caso la tecnologia si è evoluta enormemente e ci viene in aiuto.

    Esistono infatti in commercio  sensori di vibrazione o inerziali che, come nel tuo caso, riescono a rilevare i tentativi di taglio o effrazione, inviando un segnale alla centrale d’allarme destinata a proteggere la tua casa.

    Credimi però  non è il caso di risparmiare, se non vuoi falsi allarmi, compra solo prodotti di ottima qualità ne sarai felice.

    Saluti.

     

    ESISTONO SENSORI CHE RILEVANO I TENTATIVI DI TAGLIO DELLE INFERIATE?
    4.16 su 5 voti

  • Falsi allarmi fastidiosi e multe

    03 Luglio 2016 • Antifurti, Fisco e leggi1 Commento

    falso_allarmeBuonasera,

    vorrei capire se un proprietario di casa a cui suona continuamente l’allarme deve rispondere legalmente nel caso qualcuno lo citi per disturbo della quiete pubblica o simili…

    Ti ringrazio

    Augusto

    Ciao Augusto,

    purtroppo gli “antifurti impazziti”, quelli che suonano in continuazione senza un reale motivo sono tanti e molte volte le cause sono da riscontrare nel materiale scadente, in un’installazione sbagliata o in una cattiva manutenzione.

    In realtà esiste un ddl – il 3088 – che tutela dall’inquinamento acustico notturno derivante dai sistemi antifurto sonori, secondo cui il proprietario di un sistema antifurto che entra in funzione nelle zone residenziali dopo le 23.30 è soggetto a una multa che va dai 500 ai 5.000 euro, ovviamente non vanno contati i casi in cui si subisce un’effrazione.

    Spero di aver risposto chiaramente alla tua richiesta.

    Falsi allarmi fastidiosi e multe
    3.7 su 4 voti

  • La privacy in condominio, cosa sapere

    02 Marzo 2016 • Fisco e leggi, Videosorveglianza1 Commento

    privacy_condominioSalve,

    vorrei proporre alla prossima riunione di condominio l’idea di installare telecamere per la videosorveglianza, ma prima di farlo vorrei capire con te se si può fare e se ci sono particolari vincoli di privacy.

    Grazie

    Rosaria

     

    Ciao Rosaria,

    la questione telecamere-condominio è delicata, non che non si debba fare, ma bisogna essere molto attenti ai luoghi di installazione delle telecamere, all’opportuna segnalazione della loro presenza e alla privacy dei condomini. Era il 2008 quando la Cassazione con la sentenza numero 22602 aveva reputato che riprendere la parte esterna di condomini e/o palazzi fosse vietato. Poco dopo, però, il garante della privacy ha precisato che, secondo l’articolo 615 bis del C.P.P., chi acquisisce informazioni video sulla vita di altri senza consenso e all’interno del proprio domicilio è punibile per legge.

    Come capisci c’erano delle incongruenze, anche se minime, che sono state fatte presenti al Parlamento e al Governo, interpellati per regolamentare il trattamento dei dati personali provenienti da registrazioni con telecamere perché la privacy è importante, ma anche la sicurezza lo è!

    Dopo tutto questo il vuoto normativo in fatto di sicurezza in luoghi come i condomini è stato colmato e ora è possibile videosorvegliare le aree comuni a patto che ci sia un’opportuna segnalazione della presenza di telecamere e che le immagini vengano cancellate in tempi brevi, ovviamente in assenza di fatti rilevanti. Questi a mio avviso sono i punti più importanti che devi tenere a mente per la prossima assemblea condominiale!

    È il caso di dire…in bocca al lupo!

    La privacy in condominio, cosa sapere
    4.49 su 7 voti

  • Antifurti wireless vulnerabili

    23 Febbraio 2015 • Antifurti, Fisco e leggi1 Commento

    sensori_wirelessBuongiorno,

    da poco ho un sistema antifurto con antijamming. Ho provato ad accecarlo con un trasmettitore da radioamatore che funziona sulla frequenza 433 MHz e sono riuscito a mettere fuori uso i sensori, tenendo occupata la banda radio. Con questa tecnica un ladro sarebbe riuscito a ripulirmi casa!

    Ho chiesto spiegazioni a chi mi ha venduto l’impianto e mi è stato detto che l’antijamming si attiva solo se l’interferenza è di un particolare tipo e se dura più di 30 secondi. Per me un sistema del genere è inutile e, dopo aver restituito l’impianto, sono stato rimborsato.

    Così mi sono messo in cerca di altro e ho letto commenti positivi sui sistemi a banda stretta FM con frequency hopping supervisionato (sempre frequenza 433 MHz). Mi sono convinto, l’ho acquistato, ma anche questo si è mostrato vulnerabile per la comunicazione sensori-centrale, ma soprattutto anche qui nessun avviso di presenza di interferenza. Così ho restituito il prodotto e sono stato rimborsato!

    Alla fine ho provato un sistema doppia frequenza con antijamming. Ho fatto i miei soliti test e finalmente posso definirmi soddisfatto: se oscuro una frequenza, l’altra funziona e nel caso la centrale si accorge di un problema su entrambe le frequenze, si attiva e mi avvisa.

    La mia domanda è questa: esistono impianti d’allarme monofrequenza con sistema di comunicazione più decente di quelli che ho trovato io??

    Adesso, invece, una curiosità, la frequenza 2.4 GHz non può essere usata per gli allarmi?

    Grazie e saluti

    Matteo

     

    Ciao Matteo,

    mi fa piacere ricevere mail di questo tipo, la condivisione di un proprio problema può essere d’aiuto a tanti altri e ci fornisce motivi d’approfondimento.

    In base alla mia esperienza, posso dirti che esistono sistemi monofrequenza validi, ma purtroppo sono difficili da distinguere oggigiorno, soprattutto perché il mercato è stato invaso da prodotti a basso costo che hanno generato parecchia confusione nel cliente medio.

    Inoltre, non c’è una vera e propria normativa che tuteli il consumatore che non ha capacità tecniche e analitiche per decidere se il prodotto risponda o meno alle proprie esigenze di sicurezza.

    Per quanto riguarda la frequenza 2.4 GHz posso dirti che in teoria è usabile nel campo della sicurezza, ma nella pratica non siamo ancora pronti per farlo, fondamentalmente perché la frequenza non è ancora inserita in un piano ripartizioni accettato a livello internazionale.

     

    Antifurti wireless vulnerabili
    3.42 su 5 voti