Logo antifurtocasa.it Antifurto Casa

La tua guida ai sistemi di allarme

Centrale – codifica e doppia frequenza

• di Mario PaladinoAntifurtiNessun commento

codificaBuongiorno,

sto scegliendo l’impianto antifurto da acquistare e installare e vorrei sapere se conosci questo prodotto: ****.

Si tratta del kit più economico che ho trovato finora e prevede contatti alle porte/finestre con tre funzioni, la centrale lavora con una codifica a 48 bit. Cosa sai dirmi a riguardo? In particolare, mi piacerebbe conoscere la differenza che c’è con la doppia frequenza.

Grazie

Danilo

 

Ciao Danilo,

come vedi ho oscurato il nome del prodotto, forse non sai che preferisco non compaiano marche o prodotti specifici in questo blog.

Per quanto riguarda la tua domanda, è opportuno che tu sappia che la codifica e la mono/doppia frequenza sono aspetti diversi di un sistema antifurto via radio.

La codifica è un codice, quindi più lungo è, maggiori sono le informazioni trasmesse e maggiore è la difficoltà di duplicarlo, in questo modo il grado di sicurezza del’impianto cresce.

La doppia frequenza, invece, garantisce che i vettori di trasmissione non possano essere oscurati con un apparecchio che renda sorda la centrale: i sensori trasmettono su due frequenze e nel caso una non sia libera, usano l’altra.

Quindi, ricapitolando, nel primo caso si garantisce una trasmissione pulita e univoca, mentre nel secondo che la trasmissione sia affidabile e difficilmente attacabile.

Ad ogni modo, io ti consiglio di scegliere la doppia frequenza!

Share Button
Centrale – codifica e doppia frequenza
4.58 su 6 voti

Ti potrebbe interessare anche...



Tags: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *