Logo antifurtocasa.it Antifurto Casa

La tua guida ai sistemi di allarme

sensori volumetrici


  • Protezione di finestre vasistas

    24 Dicembre 2014 • Antifurti, Sensori perimetrali1 Commento

    finestreSto cercando un buon sistema allarme senza fili. Ho le idee chiare rispetto ai sensori volumetrici, che saranno sensori a doppia tecnologia, ma sono indeciso su quelli perimetrali. Se voglio tenere le finestre aperte, in modalità vasistas oppure completamente aperte, ma con tapparelle giù, quale è il sensore migliore?

    Cerco qualche sistema che abbia un buon rapporto qualità prezzo, ma non riesco a valutare con oggettività!

    Ti ringrazio molto

    Ciao, Tommaso

     

    Salve,

    quando ci si trova in situazioni dove le finestre da proteggere sono spesso aperte, le soluzioni possono essere: sensori con lente a tenda oppure barriere a stilo. Sono prodotti disponibili sia in versione via filo che via radio, ma quest’ultimi non sono sempre compatibili, quindi è meglio verificarne la compatibilità prima dell’acquisto.

    I sensori a tenda si installano sulla finestra, nella parte alta, e proteggono l’ingresso con raggi appunto a tenda. Le barrierine a stilo, invece, vanno posizionate sui due lati dell’infisso, generano una serie di raggi che si incrociano e se attraversati fanno scattare l’allarme.

    Con una piccola spesa aggiuntiva, puoi dotarti di sensori tapparella che segnalano un eventuale sollevamento.

    Per quanto riguarda la qualità-prezzo di componenti e sistemi diciamo che ti sconsiglio di orientarti su prodotti di fascia troppo bassa e di preferire aziende che ti assicurano componenti omologati e assistenza tecnica. Buone occasioni le puoi trovare anche on line!

    Protezione di finestre vasistas
    4.33 su 6 voti

  • Installazione fai da te di un sistema d’allarme via cavo

    faidateCiao,

    sto ristruttarando la mia casa e così ho approfittato per far realizzare la predisposizione per il mio futuro impianto d’allarme. L’idea è quella di installarlo da me, per questo vorrei qualcosa di semplice dal punto di vista dell’installazione/configurazione, ma che allo stesso tempo non perda in affidabilità.

    Mi piacerebbe avere un sistema d’allarme configurabile da pc e controllabile da remoto, penso a tablet o smartphone.

    La casa è un appartamento al piano rialzato di una palazzina, con infissi in pvc e senza inferriate, ma con tapparelle che vorrei dotare di un sistema meccanico di bloccaggio antisollevamento e di motorizzazione “intelligente” gestita dalla centrale d’allarme capace di controllare quando esco di casa, quando sto rientrando e quando sono all’interno. Devo precisare che gli accessi all’appartamento sono due, tutti dotati di portoncino blindato.

    Vorrei ci fossero conttati magnetici sulle finestre, roller tapparella e sensori volumetrici a doppia tecnologi , due sirene interne e due esterne, un combinatore GSM, 2 chiavi elettroniche, una per ogni ingresso e, se necessaria, una tastiera per la gestione della parzializzazione.

    Ho bisogno di sapere se posso far passare i cavi per la motorizzazione delle tapparelle nello stesso cavo in cui passano i cavi d’allarme. Se sì, i cavi devono avere specifiche particolari? Infine, un cavo d’allarme quanti sensori riesce a gestire? Vorrei sapere se, con lo stesso cavo, posso collegare sia il sensore di apertura che il roller tapparella…

    Grazie e scusa se mi sono dilungato, ma per chi vuole installare un impianto d’allarme da solo, orientarsi non è semplice.

    Saluti, Rocco

     

    Ciao Rocco,

    hai le idee abbastanza chiare su come vuoi il tuo impianto d’allarme e son ben contento di aiutarti nell’installazione “fai da te”.

    Puoi far passare i cavi per la motorizzazione delle tapparelle nello stesso tubo dei cavi di allarme se il cavo è di grado 4. In più, ti dico che sì, un cavo d’allarme è in grado di pilotare infiniti sensori, il problema sta in quanti ne riesce ad alimentare. Quindi anche nell’ultima domanda che mi poni la risposta è affermativa, ma i sensori devono essere vicini e non devono esserci problemi di caduta di tensione dovuti alla lunghezza del cavo nella serie.

    Data la complessità del tuo impianto e i tanti metri di cavo che scorrono, ti consiglio di dotarti di una buona alimentazione e di una centrale con dimensionamento adeguato.

    Auguri!

    Installazione fai da te di un sistema d’allarme via cavo
    4.67 su 9 voti

  • Sistema d’allarme wireless e telecamera

    telecamera_videosorveglianzaBuonasera,

    sto pensando di acquistare un kit d’allarme per proteggere la mia abitazione, non molto grande, ma divisa su più piani. A circa 20 metri dalla casa, c’è un garage che vorrei controllare con una telecamera esterna ruotabile a 180°, la rotazione dovrebbe aiutarmi a controllare anche parte del giardino e un lato della casa, il più a rischio!

    Credi che come protezione possa bastare? Che distanza copre una telecamera?

    Ti ringrazio per l’aiuto

    Renato

     

    Salve Renato,

    una protezione minima per una situazione come la tua prevede sensori perimetrali wireless per l’esterno e sensori volumetrici per gli interni, anche gli infrorosso passivo possono andar bene. Attenzione a piazzare con cura i volumetrici all’interno, importanti sono gli accessi principali e i passaggi obbligati!

    Sulla telecamera non posso assicurarti che riesca a fare il suo dovere in una situazione di buio e di distanza, anche se molto dipende dal prodotto che acquisti: sensibilità, qualità e ottica. Puoi sempre prevedere di aggiungere luce alla zona da sorvegliare, anche un illuminatore infrorosso può andar bene.

    Se hai altri dubbi o perplessità, scrivimi.

    Sistema d’allarme wireless e telecamera
    4.07 su 7 voti

  • Sistema antifurto e sensori volumetrici PET

    29 Settembre 2014 • Antifurti, Sensori volumetrici1 Commento

    sensore petCiao,

    sono Tonia e da poco ho un sistema antifurto a casa. La questione è che nel sottotetto mi hanno installato un sensore volumetrico PET perché in casa circolano liberi dei gatti, ma da come ho capito il volumetrico rileva solo da 1.5 metri di altezza…quindi praticamente inutili. Non esistono sensori volumetrici che riescono a funzionare ad altezze inferiori?

    Grazie

     

    Buonasera Tonia,

    i sensori voluemetrici PET discriminano il volume, oltre a segnalare l’allarme. Di solito si diminuisce la sensibilità dell’allarme agendo sui fasci inferiori, altre volte si fa un’analisi a microprocessore o a doppia tecnologia per elaborare le informazioni sul volume che attraversa i fasci. Questa pratica è più affidabile, soprattutto perché i sensori vengono regolati dopo test che si effettuano in presenza degli animali.

    In ogni caso, l’altezza a cui opera il sensore può essere leggermenet variata, inclinando il sensore o modificandone l’altezza.

    Sistema antifurto e sensori volumetrici PET
    4.77 su 6 voti

  • Consiglio su sensore volumetrico

    volumetricoCiao,

    scrivo per un consiglio: voglio installare dei sensori volumetrici sfruttando la predisposizione esistente, solo che così come son messe le cose, il sensore verrebbe a trovarsi di fronte a un sensore e a una porta finestra dove batte il sole per gran parte del giorno. Io ho paura che si possano scatenare falsi allarmi per via dell’aumento di temperatura, c’è qualche sensore che scavalcherebbe il problema? Grazie per l’aiuto

    Riccardo

     

    Buonasera Riccardo,

    non so quali sensori hai intenzione di acquistare, ma quelli che soffrono di più di interferenze ambientali sono gli infrarossi passivi, che non vanno posizionati nei pressi di termosifoni perché le correnti di aria calda che si generano potrebbero alterare la rilevazione del sensore piroelettrico.

    Ad ogni modo, se la distanza tra sensore e calorifero, o finestra, è di qualche metro allora non ci dovrebbero essere problemi, ma se devi ancora acquistarli puoi optare per un sensore a doppia tecnologia che elimina qualsiasi disturbo!

    Consiglio su sensore volumetrico
    4.56 su 5 voti