Logo antifurtocasa.it Antifurto Casa

La tua guida ai sistemi di allarme

tecnologia


  • I vantaggi dei Kit Videosorveglianza Wireless IP

    31 Ottobre 2018 • Videosorveglianza1 Commento

    Ad oggi, l’acquisto e l’installazione di un kit per la videosorveglianza con tecnologia WI-FI (senza fili), risulta molto frequente non solo per i grandi ambienti di lavoro ma anche per proteggere le abitazioni, le attività commerciali, gli uffici, i garage, i capannoni e così via . Sono davvero numerosi gli utenti che cercano in commercio dispositivi intuitivi, facili da installare, con possibilità di registrare le immagini generate e trasmesse dalle telecamere tramite DVR (Digital Video Recorder), e cosa fondamentale senza dover apportare stravolgimenti in casa per via dei lavori di muratura necessari per la messa in posa dei cavi.

    Ecco quali sono le proposte sul mercato della sicurezza riguardo i recenti sistemi di videosorveglianza wireless. Per ciò che concerne le tecnologie utilizzate per la Tvcc (Televisione a circuito chiuso), esistono due tipologie principali: quella classica analogica che consente di trasmettere con una frequenza di 2.4Ghz con quattro canali analogici e quella digitale, in cui la trasmissione avviene con protocollo IP di rete Internet.

    Vediamo insieme quali sono gli svantaggi dell’utilizzo delle telecamere wireless di tipo tradizionale: il numero massimo di telecamere da poter utilizzare è quattro; se si usano telecamere da 1.2Ghz, si sta sfruttando un apparato non omologato (la multa in questi casi è penale e può arrivare anche ad una cifra niente male di 5000 euro); la distanza operativa non supera i 10 mt, anche se diversi venditori parlano anche di 50/100mt (distanze plausibili in ambiente all’aperto, non in una abitazione o in un ufficio); il segnale delle telecamere di sorveglianza potrebbe disturbare le reti WI-FI dei personal computer; il segnale delle telecamere è facilmente intercettabile da un vicino attraverso un semplice ricevitore (ad esempio i ricevitori che si usano per trasmettere il segnale del decoder della tv): ciò può comportare eventuali rischi anche nel delicato ambito della Privacy.

    Illustriamo ora i vantaggi delle telecamere che sfruttano la tecnologia digitale: il mercato del settore offre agli utenti una vasta gamma di prodotti Wi-Fi con caratteristiche che li rendono funzionali e performanti a prezzi competitivi. Nella fattispecie, i kit di videosorveglianza wireless con telecamere IP sfruttano una tecnologia all’avanguardia, e sono caratterizzati dall’utilizzo di telecamere Ip wi-fi che nella maggior parte dei casi superano i sistemi wireless con telecamere tradizionali sia in termini di qualità che di facilità di installazione.

    Vediamo insieme le peculiarità delle telecamere che sfruttano la tecnologia digitale mettendole a confronto con le caratteristiche descritte sopra delle telecamere di tipo tradizionale: non disturbano in quanto funzionano con la stessa tecnologia WI FI dei personal computer; il segnale delle telecamere IP non è intercettabile in quanto tutti i pacchetti presenti sono rigorosamente criptati; le telecamere presenti nei kit per la videosorveglianza sono tutte omologate (dunque non si rischiano multe salate); si possono connettere fino ad un numero di 16 telecamere senza fili; la distanza di trasmissione arriva ad un numero di metri di gran lunga superiore rispetto alle tradizionali (può anche essere ampliata da un numero variabile di ripetitori, così da riuscire a coprire anche strutture molto grandi con più piani).

    I vantaggi dei Kit Videosorveglianza Wireless IP
    4.6 su 6 voti

  • Progetto europeo City.Risks: Roma tra i partner per la sicurezza urbana

    “City.Risks” è un progetto innovativo dell’Unione Europea nato e realizzato nell’ambito del Programma per la Ricerca e per l’Innovazione denominato “Horizon 2020”. L’obiettivo fondamentale di City.Risks è quello di promuovere la condivisione delle informazioni tra cittadini e autorità competenti, così da poter affrontare al meglio le sfide della sicurezza nelle grandi città e mitigare il loro effetto quando si verificano. City.Risks sfrutta le recenti tecnologie, il web e i social media, con lo scopo di accrescere il livello di sicurezza dei cittadini che vivono nei grandi centri urbani.

    Tramite l’utilizzo di City.Risks, le persone potranno contribuire in maniera attiva contro la criminalità e potenziare il livello di sicurezza nella vita di tutti i giorni. City.Risks porta avanti l’esperimento in diverse città europee, tra cui Londra, Sofia e Roma, che ha deciso di far parte come partner al progetto (partito nel 2015 terminerà nel 2018), come specificato dalla delibera di Giunta del 27 febbraio 2016 con la quale la città di Roma ha aderito al progetto (per Roma Capitale, beneficiaria del progetto, i fondi sono 143.750 euro).

    Il progetto prevede una piattaforma on line dove potersi scambiare in tempo reale dati ed informazioni tra cittadini, autorità e forze dell’ordine: si potranno segnalare condizioni di degrado, elementi di rischio legati alla criminalità, furti, violenze e così via. Le forze dell’ordine competenti potranno dunque venire a conoscenza delle segnalazioni dei cittadini e predisporre le azioni necessarie. Molto importante anche l’aspetto della progettazione di nuovi dispositivi semplici ed intuitivi per chi ne fa uso, così da permettere la rilevazione di situazioni specifiche di delinquenza, come ad esempio individuare gli oggetti rubati, avvalendosi dei cittadini come fonte di notizie ed informazioni.

    Tra gli obiettivi fondamentali vi è anche quello di promuovere un vero e proprio “ecosistema di servizi” capace di trasformare i Tablet e gli Smartphone delle persone in strumenti fondamentali per la condivisione facile ed immediata di dati ed informazioni di primaria importanza per la sicurezza con le forze dell’ordine. Vi è inoltre lo scopo di convalidare le tecnologie sviluppate in ambientazioni realistiche, tramite numerosi test pilota organizzati nelle diverse città selezionate per la sperimentazione.

    Pertanto, attraverso questo progetto europeo dalle grandi potenzialità, i cittadini si fanno protagonisti della sicurezza nelle proprie città, attraverso una piattaforma on line che presuppone l’uso di App, Tablet, Smartphone e social network. Per quanto riguarda Roma capitale, gli elementi che verranno sviluppati nell’ambito progetto saranno poi inseriti nel SIRS (Sistema Integrato Roma Sicura), gestito e coordinato dalla IV Direzione del Gabinetto del Sindaco: questi strumenti faranno poi da supporto ai procedimenti decisionali nell’ambito della sicurezza urbana.

    City.Risks avrà la durata di tre anni; sono ben 7 le Nazioni e 13 i partner, questi ultimi provenienti da svariati settori (pubblica amministrazione, industria e ricerca), ad aver aderito al progetto. I Paesi sono Italia, Bulgaria, Grecia, Gran Bretagna, Svezia, Austria e Germania. L’obiettivo principe, dunque, è quello di sviluppare al meglio le risorse del progetto, aprendo in tal modo anche una grande finestra sulle nuove ed innumerevoli opportunità di mercato nell’ambito delle tecnologie utilizzate per la sicurezza urbana.

    Progetto europeo City.Risks: Roma tra i partner per la sicurezza urbana
    4.7 su 6 voti

  • Sensori esterni per balconi

    10 Dicembre 2014 • Antifurti, Sensori perimetrali1 Commento

    BalconiSalve,

    devo proteggere un appartamento al secondo piano di una palazzina in centro a Milano. Ho fatto un’analisi e credo che i punti critici siano i due balconi lunghi 8 m e larghi 1.5 m, sono balconi confinanti con quelli dei vicini e questa cosa mi preoccupa parecchio. Pensavo a un sensore per esterni a doppio infrarosso e per essere più sicuro anche un contatto magnetico sulla porta blindata. Quel sensore è la scelta giusta o dovrei preferire uno a doppia/tripla tecnologia? Quale sensore è migliore per casa mia?

    Grazie

    Franco

     

    Ciao Franco,

    se vuoi un mio consiglio, meglio i sensori doppia o tripla tecnologia, danno meno problemi in fase di taratura e col fatto che debbano per forza attivare tutte le tecnologie per generare l’allarme, riducono anche la possibilità di falsi allarmi. Il solo limite è legato al costo, sono prodotti un po’ più costosi di quelli a singola tecnologia e sono meno performanti in termini di sicurezza.

     

    Sensori esterni per balconi
    4.56 su 9 voti

  • Antifurto casa forum – Impianti di allarme

    Domanda secca: meglio un sistema antifurto con o senza fili?

    Grazie

    Giordano

     

    Salve Giordano,

    la tua è una domanda all’apparenza semplice! Me l’hanno rivolta un milione di volte e ribadisco, anche in questo caso, che sono preferibili un buon sistema antifurto e una buona installazione!

    Se segui il blog, avrai avuto modo di capire che non è tanto la tecnologia sfruttata a determinare un buon impianto d’allarme, ma è molto più importante fare le scelte giuste in base alle esigenze di protezione: oggetti di valore da proteggere, protezione delle persone mentre sono in casa, presenza o meno di animali domestici, ecc.
    Ad ogni modo optare per un antifurto senza fili può essere la scelta migliore per poter effettuare l’installazione in fai da te e risparmiare non dovendo fare alcuna opera muraria.

    Fatte le opportune considerazioni personali, si possono affrontare le problematiche legate alla tecnologia, al senso estetico e al costo.

    Saluti

     

    Antifurto casa forum – Impianti di allarme
    4.68 su 4 voti

  • Sensori doppia tecnologia senza fili

    07 Maggio 2014 • Antifurti, Batterie1 Commento

    sensori_doppia_tecnologiaCiao!

    Domanda secca: trovo in commercio sensori a doppia tecnologia da interno wireless? Ho cercato sul web e ho letto che non ci sono per via dell’eccessivo consumo di batteria, è vero?

    Dino

     

    Ciao Dino,

    posso dirti che in commercio trovi sensori a doppia tecnologia totalmente senza fili, questo anche grazie ai miglioramenti avvenuti nel settore per quanto riguarda riduzione dei consumi e prestazioni delle batterie.

    Devo essere sincero e dirti che non sono molti e non sono diffusi, ma io li ho provati e sono davvero buoni.

    Sensori doppia tecnologia senza fili
    4.6 su 5 voti