Logo antifurtocasa.it Antifurto Casa

La tua guida ai sistemi di allarme

Il nostro primo impianto antifurto

• di Mario PaladinoAntifurti, Installazione antifurto2 Commenti

antifurtoBuonasera,

siamo Riccardo e Sonia e abbiamo acquistato una villetta allo stato grezzo, composta da garage e seminterrato con bocche di lupo, piano terra con finestre e portefinestre e mansarda con finestre sul tetto. Ci sono persiane alle aperture, di poca qualità e facili da aprire.

Non abbiamo beni o preziosi da proteggere, a noi interessa la sicurezza della famiglia anche perché abbiamo un bambino piccolo…Su cosa dobbiamo orientarci?

Grazie e saluti

 

Salve,

mi pare di capire che la casa è ancora allo stato grezzo e quindi avete il vantaggio di poter realizzare una predisposizione per un sistema antifurto, così da poter risparmiare e stare sicuri. Un buon antifurto è innanzitutto frutto di una buona progettazione.

Visto che la vostra preoccupazione principale è la sicurezza delle persone, vi consiglio di dotarvi di un impianto che permetta la parzializzazione e che abbia la funzione giorno/notte, così potrete stare all’interno della casa e contemporaneamente essere al sicuro.

Sarà importante poi proteggere il perimetro, ma anche qui è indispensabile un sopralluogo, oltre all’individuazione delle esigenze specifiche: analisi del rischio, facilità di accesso, conformazione architettonica della casa, abitudini familiari, ecc. Ad esempio, i contatti magnetici costano poco e sono affidabili, ma non se tenete le finestre aperte; le barriere sono delicate in fase di installazione, ma assicurano protezione quasi totale; i sensori esterni proteggono bene, ma sono molto sensibili e così via.

Share Button
Il nostro primo impianto antifurto
4.5 su 4 voti

Ti potrebbe interessare anche...



Commenti all'articolo

  1. Andrius ha detto:

    Secondo me vi conviene installare dei sensori perimetrali in modo da attivare il sistema di notte. Mi sembra che a voi interessi solo la protezione dei soggetti e non degli oggetti.

  2. emili ha detto:

    Buonasera
    ho chiesto dei preventivi per installare un sistema antifurto filare sfruttando le tapparelle elettriche.
    Abito a piano terra, tre lati liberi, giardino, 6 finestre una porta finestra di 2.5 m + portoncino d’ingresso.
    Tutti mi hanno consigliato sensori magnetici sulle finestre e 1 volumetrico interno, credo perchè più economici e meno problematici per l’installatore.
    Andrebbe bene , ma io vorrei poter tenere anche le finestre aperte.
    Da incompetente ho cominciato a “frugare” in internet, col risultato di essermi fatta una bella confusione.
    Pensavo che nel mio caso seppur più costose, sarebbero forse utili sensori a tendina da applicare esternamente alla tapparella… o le barriere a stilo (nonostante le numerose spiegazioni trovate a me sembrano molto simili e non colgo grandi differenze se non forse la sensibilità al calore delle ultime …)
    Su un lato della casa, circa 10 metri, ci sono tre finestre uguali, nel caso di utilizzo di sensori esterni (mi consiglierà lei quali) per contenere i costi ed avere comunque una buona copertura si potrebbe usare un solo sensore a copertura di tutte le finestre?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *