Logo antifurtocasa.it Antifurto Casa

La tua guida ai sistemi di allarme

NVR: i Nas al servizio della videosorveglianza

• di Redazione • Videosorveglianza2 Commenti

Il mondo della videosorveglianza si è evoluto di pari passo insieme al mondo del web, dandoci la possibilità di controllare da remoto. Le nuove tecnologie hanno anche fatto sì che, se abbiamo l’esigenza di registrare i video ripresi dalle nostre telecamere Ip, abbiamo i Nas (Network Attached Storage) come dispositivi ideali per l’archiviazione. 

I tradizionali Dvr, ossia i Digital Video Recorder, tipici dei vecchi sistemi, sono così diventati Nvr (Network Video Recorder). I Nvr sono dei registratori che comunicano con le videocamere e i centri di controllo attraverso la struttura Ip.

Buffalo e Axis, una coppia vincente

All’interno di piccole o medie imprese o all’interno di uffici spesso un Nas è necessario anche per altre esigenze. Questo rappresenta un vantaggio per chi ha intenzione di installare un sistema di videosorveglianza: si può utilizzare un dispositivo già presente senza doverne installare un altro.

La storica produttrice di Nas, la giapponese Buffalo, ha iniziato questo percorso nel settore della videosorveglianza collaborando con la svedese Axis Communitions, uno dei principali brand della sorveglianza su reti Ip.

Buffalo TeraStation: come installarlo

E così è nato il Buffalo TeraStation 5200 nvr – dvr stand-alone, un vero e proprio Nas che però supporta la soluzione Axis Camera Companion. Grazie a questa, l’amministratore di rete ha la possibilità di installare in pochi minuti un sistema di videosorveglianza, nel quale il Nas registra i flussi video provenienti dai diversi punti.

Tra le varie qualità del sistema di Buffalo vi è la sua compatibilità con molte telecamere, tra cui quelle di Axis, e la facilità e praticità della sua installazione e configurazione. Infatti, installando il software per videosorveglianza Axis Camera Companion sul proprio pc, si può iniziare creando un nuovo Luogo di sorveglianza, impostando un nome e una password. Una volta individuate videocamere compatibili e aver terminato la scansione, il software chiede all’utente quali terminali voglia aggiungere al sito appena creato. Successivamente, identifica in rete i dispositivi di registrazione compatibili tra cui, appunto, il TS5200-DS. Immettendo semplicemente la password e il disco sui cui si vuole registrare, avrete configurato il Nas.

A questo punto, avrete un sistema totalmente autonomo. Potrete vedere le immagini sia sul computer, ma soprattutto tramite opportune app per dispositivi mobili Android e iOS proposte dalla stessa Axis. In seguito, potrete modificare a vostro piacimento anche il comportamento delle videocamere. Ad esempio, potrete scegliere tra una registrazione continua oppure solo in caso di rilevamento di movimenti (se muniti di sensori di rilevamento).

Le caratteristiche

La TS5200-DS può anche svolgere le funzioni tradizionali di un Nas. Il suo hardware di base include un processore Intel Atom D2550 che ha una frequenza di 1,86 GHz, 2 GB di Ram e doppio controller Sata II con supporto alle architetture Raid 0, 1 e Jbod. Le interfacce di comunicazione sono costituite da due porte Gigabit Ethernet per le connessioni di rete e quattro interfacce seriali Usb (due di seconda e due di terza generazione).

Buffalo, come di consueto, include nella sua TeraStation due dischi preinstallati. Le configurazioni possibili sono a 2, 4 o 8 terabyte (ci sentiamo di consigliare anche dimezzati in caso di architettura Raid 1). È possibile condividere lo spazio di storage su reti eterogenee, grazie al supporto per i protocolli Cifs/Smb, Afp e Nfs, potendo definire utenti e gruppi di lavoro. Inoltre, i server Ftp(s) e Http(s) integrati danno la possibilità di accedere ai dati e alla gestione del Nas anche da remoto.

In altri server, potrete trovare inclusi il modulo BitTorrent, così da gestire in autonomia i download da reti peer-to-peer. Includono anche un sistema antivirus per il controllo automatico dei file residenti sul Nas e l’indicizzazione dei dati per la ricerca interna su Nas. Non possiamo dimenticare i server Dlna, Squeezebox e iTunes, che consentono la condivisione in rete di contenuti multimediali, Infine, vi è il print server e un modulo MySql per la gestione di database e pagine Web dinamiche.

Per quanto riguardo il backup, la TeraStation supporta la copia diretta, il servizio Apple Time Machine e le configurazione in failover tra Nas multipli. Potrete anche sincronizzare lo storage locale con uno spazio cloud Amazon S3. Per concludere, possiamo affermare che la TeraStation 5200DS rappresenta una soluzione eccellente per le piccole e medie imprese che intendono installare un sistema di videosorveglianza articolato in pochi minuti e senza dover ricorrere a particolari esperienze tecniche.

Share Button
NVR: i Nas al servizio della videosorveglianza
4.4 su 5 voti

Ti potrebbe interessare anche...



Commenti all'articolo

  1. Valerio ha detto:

    Io possiedo un impianto con il DVR, volendolo aggiornare, è possibile sostituirlo con un moderno NVR?

  2. miriam ha detto:

    Io con il DVR mi trovo benissimo, ma buono a sapersi, magari più in là mi servirà un NVR

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *