Logo antifurtocasa.it Antifurto Casa

La tua guida ai sistemi di allarme

Sistema d’allarme a fibra ottica: caratteristiche

• di Redazione • AntifurtiNessun commento

Se si desidera proteggere la propria casa, la propria attività commerciale o la propria azienda dalla eventuale intrusione di ladri o di malintenzionati, ad oggi dotarsi di un buon sistema di allarme rappresenta la soluzione migliore. Per migliorare la sicurezza in casa o in ufficio, infatti, ci si può affidare alla tecnologia più avanzata: se si pensa che già la sola presenza in casa o in un negozio di un sistema di allarme è utile a scoraggiare le effrazioni da parte di malviventi, risulta prioritario scegliere un antifurto efficiente, calcolando nel modo migliore la qualità del prodotto in relazione al suo prezzo. L’obiettivo di questo articolo è infatti quello di aiutare le persone nella ricerca dell’impianto di allarme ideale in base alle loro specifiche esigenze di sicurezza, elaborando un approfondimento sul sistema di allarme a fibra ottica.

Questo tipo di sistema, utilizzato soprattutto nell’ambito della protezione perimetrale, è capace di rilevare i tentativi di intrusione esterna (sfondamento o scavalcamento di una recinzione ecc..), e i casi di introduzione e attraversamento tramite il muro. L’allarme a fibra ottica si basa su due aspetti principali: la sollecitazione meccanica che è possibile attivare sulla fibra ottica; l’interruzione del circuito al quale sono collegati gli averi da difendere. È importante sottolineare che la fibra ottica è sensibile alle vibrazioni, ai tagli, alle pressioni e ai movimenti, in quanto questi aspetti portano ad una alterazione della trasmissione della luce all’interno della stessa. Inoltre, per poter rilevare la differenza tra il raggio di luce inviato ed il raggio di luce ricevuto, è possibile utilizzare uno speciale analizzatore, il quale si basa sugli algoritmi software.

I sistemi di allarme a fibra ottica vengono gestiti da una centrale alla quale vengono connesse le periferiche, nonché da un software che visualizza i segnali, li memorizza su file e parametrizza il sistema. Altro aspetto importante da sottolineare è il fatto che la fibra ottica è in grado di garantire immunità, accuratezza nella rilevazione, estendibilità e indipendenza. Il sistema è senza dubbio sofisticato e capace di discriminare i segnali che si creano per via degli agenti atmosferici da quelli che si realizzano a causa di una reale violazione della proprietà posta sotto controllo. Un sistema di allarme in fibra ottica è inoltre indipendente, in quanto non ha bisogno di alimentazione in campo: quest’ultimo aspetto permette che, nel caso si verifichi un taglio, non si palesi il rischio di deflagrazioni oppure di pericolose scintille.

E’ utile puntare l’attenzione anche sul fatto che i parametri di rilevazione possono essere personalizzati e quindi anche ottimizzati in base alle specifiche esigenze dell’utente, proprio perché il sistema può essere istruito e quindi è capace di memorizzare situazioni simulate durante la fase di taratura, per poi riconoscerle in eventi futuri. Si tratta dunque di un sistema pratico, intuitivo ed indicato soprattutto per le recinzioni perimetrali e per i pannelli fotovoltaici, proprio perché, come detto sopra, non risente delle atmosfere corrosive, della variazione della temperatura esterna e delle eventuali perturbazioni ambientali che a livello elettromagnetico risultano saturi.

Share Button
Sistema d’allarme a fibra ottica: caratteristiche
4.8 su 6 voti

Ti potrebbe interessare anche...



Tags: , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *