Logo antifurtocasa.it Antifurto Casa

La tua guida ai sistemi di allarme

Tastiera, telecomando o chiave elettronica? Quale scelgo?

• di Mario PaladinoAntifurti, Telecomandi1 Commento
Tastiera, telecomando o chiave elettronica? Quale scelgo?
3 su 5 voti

tastierinoL’attivazione e la disattivazione di un sistema d’allarme sono operazioni importantissime che possono essere eseguite servendosi di una tastiera, un telecomando o una chiave elettronica. Tutti questi strumenti sono utili e funzionali, ma hanno caratteristiche diverse che è bene valutare prima di un acquisto.

Tastiera

È lo strumento più comune di cui ci si serve per attivare e disattivare un sistema d’allarme. Di solito le tastiere sono integrate sulla centrale e sono affiancate da un display LCD che ne facilita l’uso; si tratta di un prodotto molto affidabile perché difficile da manomettere e impossibile da duplicare.

La tastiera permette di attivare un sistema attraverso un codice che va digitato, ma il codice può essere anche più di uno (utile nel caso ci siano più utenti ad usare il sistema).

Telecomando

L’attivazione, la disattivazione e la gestione di un allarme attraverso telecomando avviene per mezzo di onde radio, le frequenza adoperabili sono due: la 433 MHz e la 868 MHz che, nei sistemi d’allarme a doppia frequenza, possono essere usate insieme per una sicurezza totale dell’intero sistema.

Il telecomando è più semplice da utilizzare rispetto a una tastiera, perché può essere usato da tutti, anche da bambini e anziani che potrebbero avere problemi nel memorizzare un codice.

Chiave elettronica

La chiave elettronica è lo strumento più tecnologicamente avanzato dei tre, perché funziona attraverso il semplice sfioro della chiave contro un rilevatore.

Facile e affidabile, questo sistema è a rischio nel caso le chiavi dovessero essere smarrite, ovviamente sono programmabili e i codici possono essere cambiati, ma è sempre bene evitare di attaccare le chiavi elettroniche alle chiavi di casa.

Share Button

Ti potrebbe interessare anche...



Commenti all'articolo

  1. Giovanna ha detto:

    Ciao,
    io mi trovo benissimo con i telecomandi perchè non devo ricordare codici e, soprattutto, si possono utilizzare a distanza.
    Per esempio la sera se mi dimentico di inserire l’allarme, posso farlo anche direttamente dalla camera da letto: conservo appositamente un telecomando nel cassetto del comodino e anche al mattino faccio la stessa cosa per disattivare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *