Logo antifurtocasa.it Antifurto Casa

La tua guida ai sistemi di allarme

Zero predisposizione per i sensori perimetrali: come fare

• di Redazione • Sensori perimetraliNessun commento

Buon pomeriggio,

mi chiamo Antonio e proverò ad essere chiaro e conciso nell’esporti la mia situazione, spero tanto tu possa darmi una mano. Qualche anno fa ho comprato un appartamento situato al primo piano in un palazzo condominiale, i costruttori lo stavano terminando quando mi hanno domandato se fossi interessato alla predisposizione per una eventuale installazione di un impianto di antifurto; all’epoca non pensavo a questa eventualità, per cui ho lasciato correre e oggi mi ritrovo ad avere una predisposizione adatta ai soli radar. So di aver sbagliato, e soltanto ora mi rendo conto che sono indispensabili anche i rilevatori perimetrali, e la situazione è parecchio più complicata di quanto pensassi. A tal proposito ho chiesto diversi pareri: da un lato mi dicono che si potrebbero installare dei sensori con lente a tenda tra gli infissi interni e quelli esterni, ma che occorrono degli interventi di muratura (quindi la spesa lieviterebbe); dall’altro mi riferiscono che i sensori perimetrali non servono e che al massimo si potrebbero montare all’esterno dei rilevatori a raggi infrarossi paralleli al muro ad un centimetro di distanza (è vero che sono inutili?). Io, dal canto mio, opterei per dei sensori WI FI, ma come vedi la confusione regna sovrana…  Tu cosa mi suggerisci? Quali potrebbero essere i prodotti wireless più idonei per la protezione delle mie aperture?  Ti ringrazio tanto per l’attenzione e per le dritte che vorrai darmi, aspetto di sapere cosa ne pensi!

Cordiali saluti

Antonio

Risposta:

Buon pomeriggio Antonio,

purtroppo mi dispiace dovertelo dire, ma come ribadisco sempre sul blog rivolgendomi a chi ne ha la possibilità come nel tuo caso, optare per la mancata predisposizione è un grande errore! Questo perché, scegliere di far predisporre qualche tubo in più durante il periodo di costruzione o in fase di ristrutturazione della casa, è sempre più facile ed economico che farlo in un secondo momento, poiché rimetterci le mani comporta un dispendio di tempo, di soldi e di energie non indifferente. Ad ogni modo, vista la tua situazione, ti suggerisco di usare dei sensori con lente a tenda wireless, quindi via radio senza fili, o in alternativa delle barriere a raggi infrarossi sempre senza fili.

I rilevatori con lente a tenda risultano molto affidabili nonché difficilmente sabotabili, in particolar modo se collocati fra i due infissi; inoltre presentano il grosso vantaggio di prevenire gli eventuali tentativi di scasso, segnalando l’intrusione quando il malvivente si trova ancora al di fuori, quindi prima che riesca ad avvicinarsi e ad entrare in casa. Detto ciò, se sei comunque intenzionato a far fare i lavori e a far transitare tubi e fili, potresti usare dei sensori con lente a tenda filari, dei sensori magnetici che rilevano l’apertura del serramento oppure dei contatti per la protezione delle tapparelle, se queste ultime sono presenti (roller tapparella).

Spero di averti aiutato a chiarire un po’ la situazione, queste sono le strade che secondo me puoi percorrere, sta a te ora optare per l’una o per l’altra! Fammi sapere come andrà, un saluto!

Zero predisposizione per i sensori perimetrali: come fare
4 su 3 voti

Ti potrebbe interessare anche...



Tags: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *