Logo antifurtocasa.it Antifurto Casa

La tua guida ai sistemi di allarme

Centrale d’allarme e “falsa chiave”

• di Mario PaladinoAntifurti1 Commento

codice allameCiao,

ti seguo da parecchio e so che è meglio evitare riferimento a marche o prodotti specifici! Cercherò di essere chiaro e conciso!

  • Sensore magnetico per porta blindata – da quello che ho letto questi sensori consumano pochissima energia. Ora la mia domanda riguarda il segnale tra centrale e sensore, io ho una centrale che mantiene una memoria degli eventi, ma anche una memoria di quante volte sia scattato un sensore, se per caso la centrale dovesse rimanere senza alimentazione, può registrare gli input di un sensore che funziona praticamente senza corrente?

  • Possibilità di individuare i codici antifurto – forse ho visto troppi film, ma ti chiedo se esistono apparecchiature in grado di individuare il codice d’accesso dei sistemi attraverso software?

Grazie

Simone

 

Buonasera Simone,

per quanto riguarda il contatto sulla porta conta che si tratta di un interruttore, un circuito normalmente chiuso che, in caso di apertura, genera l’allarme sulla linea. Come dici il contatto non assorbe nulla, ma nel caso in cui la centrale rimanga senza alimentazione allora tutte le funzioni vengono meno, non si tratta del sensore, ma della centrale che non può far nulla senza alimentazione.

Invece, per la questione dei codici posso dirti che ormai i sistemi d’allarme dopo tre tentativi di inserimento di codice errato, vanno in “falsa chiave” e non accettano più neanche il codice giusto. Tornano ad accettare codici dopo una pausa di un minuto, quindi volendo fare tentativi non si possono inserire più di 4000/4300 codici al giorno, conta che per un codice a sei cifre ci sono milioni di combinazioni possibili, quindi fossi in te starei tranquillo! Questo vale sia per i telecomandi che per altri sistemi!

Share Button
Centrale d’allarme e “falsa chiave”
4 su 5 voti

Ti potrebbe interessare anche...



Commenti all'articolo

  1. Mario ha detto:

    ottimo articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *