Logo antifurtocasa.it Antifurto Casa

La tua guida ai sistemi di allarme

Kit antifurto fai da te – Come orientarsi

Kit antifurto fai da te – Come orientarsi
4 su 7 voti

antifurto fai da teCosa sono i kit antifurto fai da te? Sul mercato se ne trovano tanti a prezzi vantaggiosi, ma non tutti optano per un kit fai da te per paura di non saperli installare o di non poterli espandere.

Un kit antifurto fai da te è un sistema antifurto per la casa, per l’ufficio o l’attività commerciale che contiene tutti gli elementi necessari a una completa sorveglianza dei locali. Non c’è bisogno di essere professionisti per installarli, anche se una predisposizione al fai da te non guasta.

Un kit antifurto base è costituito da una centrale, da un paio di sensori, da uno o più dispositivi per l’attivazione/disattivazione dell’impianto e da una sirena. In alcuni pacchetti possono essere presenti anche il combinatore telefonico e delle telecamere IP per la videosorveglianza.

La centrale antifurto è il cuore dell’intero sistema, gestisce e coordina i vari sensori ed è il componente che produce l’allarme. Spesso è dotata di una batteria tampone che ne assicura il funzionamento anche in mancanza di corrente elettrica; la centrale può includere anche una sirena interna e un combinatore telefonico, del tipo PSTN o GSM.

L’installazione della centrale va fatta sempre in un posto appartato e poco visibile ai più, ma soprattutto è importante che sia equidistante dagli altri componenti.

I sensori interni possono essere di due tipi: PIR a infrarosso passivo oppure contatti magnetici. I primi sono più affidabili perché permettono di controllare specifiche aree dell’edificio; i secondi, invece, devono essere applicati sugli infissi e rilevano esclusivamente la loro apertura.

Il pezzo forte di un sistema antifurto è la sirena, il vero deterrente per i ladri. E’ un avvisatore sonoro e visivo che permette di avvisare passanti e vicini di un’intrusione. Di solto, le sirene sono dotate di una batteria tampone che le fa funzionare anche in caso di sabotaggio (taglio dei cavi, ecc).

I dispositivi di attivazione/disattivazione del sistema d’allarme possono variare da kit a kit; i principali sono le chiavi elettroniche, le tastiere e i telecomandi. Tutti ugualmente facili da usare.

Il consiglio su come scegliere un kit antifurto fai da te è sì di guardare al prezzo, ma ponendo attenzione alla garanzia, alle certificazioni e all’assistenza post vendita che assicura l’azienda che li vende.

Share Button

Ti potrebbe interessare anche...



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *