Logo antifurtocasa.it Antifurto Casa

La tua guida ai sistemi di allarme

Proteggersi dalle intrusioni

intrusioneCiao,

ti seguo da un po’ ormai e leggendo le domande che ti inviano mi sono fatta l’idea che la maggior parte delle persone sia più interessata a proteggere la propria famiglia che beni o oggetti di valore. Io rientro in questa categoria, mi innervosisco molto solo a pensare che qualcuno possa introdursi in casa mia e magari farci del male.

Ho una villetta con seminterrato, piano rialzato, primo piano e giardino su tre lati. Che allarme potrei installare? Vorrei qualcosa anche per l’esterno (non ho animali domestici, ma ci sono i gatti dei vicini!).

Ti ringrazio e saluto

Delia

 

Salve Delia,

hai ragione, si tratta di un problema parecchio sentito!

Innanzitutto devi capire se è possibile far passare cavi oppure no, in ogni caso i prodotti che ti consiglio sono disponibili sia via cavo che via radio, ovviamente i componenti via cavo costan meno. Si tratta di sensori a tenda da installare tra infisso e persiana; barriere a stilo o sensori da esterno a doppia o a tripla tecnologia.

Se ci sono gatti che potrebbero causare falsi allarmi, ti consiglio i sensori a tenda o le barriere a stilo. Richiedi un sistema che permetta la parzializzazione giorno/notte, in questo modo potrai attivare l’impianto quando sei in casa e collegarlo a un buzzer o a una sirena interna che ti avvisino in caso di intrusione, sono sistemi più discreti rispetto alle sirene esterne e più indicati in caso di parzializzazione. Avrai, poi, bisogno di due attivatori, uno per l’esterno e l’altro per l’interno.

Puoi aumentare la tua sicurezza con delle inferriate, magari per quelle finestre più a rischio e meno in vista!

In bocca al lupo!

Share Button
Proteggersi dalle intrusioni
4.67 su 3 voti

Ti potrebbe interessare anche...



Commenti all'articolo

  1. Matteo ha detto:

    Le inferriate vengono installate per evitare che la finestra o la porta venga rotta prima che scatti l’allarme.
    Siamo nel 2014, non è il caso di sostituirle con dei sensori sismici o di rottura vetri?
    E’ una buona alternativa moderna?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *