Logo antifurtocasa.it Antifurto Casa

La tua guida ai sistemi di allarme

Telecamere ip cosa significa filtro ir cut

• di Mario PaladinoVideosorveglianzaNessun commento

Le telecamere IP normalmente utilizzate per videosorveglianza hanno uno spettro visivo più ampio di quello umano. Il nostro occhio è in grado di percepire la luce fra 380 a 780 nanometri. Questo è definito come spettro visibile, mentre oltre questa soglia si trovano la luce infrarossa e ultravioletta. Si tratta di frequenze troppo ridotte o troppo ampie perché l’occhio umano possa percepirlo, ma la maggior parte delle telecamere IP sono realizzate in modo da vedere anche una parte dello spettro infrarosso, da 780 a 1000 nanometri.

Questa particolarità permette alle telecamere di rilevare luce non visibile ad occhio nudo, soprattutto di notte quando l’illuminazione è scarsa. Di giorno, però, quando la luce è più intensa, la componente infrarossa è molto forte e si sovrappone alla luce nello spettro visibile. Questo può rendere le immagini registrate di cattiva qualità, interferendo anche con la messa a fuoco e la resa cromatica. Proprio per ovviare a questo inconveniente si utilizzano i filtri IR Cut (Infra Red Cut, ovvero taglio dell’infrarosso). Di giorno il filtro è attivo e quindi la luce proveniente dall’infrarosso viene bloccata. In questo modo la visione della telecamera e le immagini registrate sono di buona qualità e prive di interferenze.

Quando cala la notte o la luminosità scende sotto una certa soglia il filtro IR Cut viene rimosso automaticamente. In questo modo la visione notturna migliora notevolmente, perché la telecamera ha a disposizione una maggiore quantità di luce rispetto a quella visibile ad occhio nudo. In questo modo è possibile tenere sotto controllo anche zone molto buie e angoli in cui non sembrerebbe possibile vedere chiaramente. In sostanza è come se le telecamere IP in commercio avessero perennemente addosso gli occhiali ad infrarossi, ottimi per vedere bene di notte ma pessimi quando la luce è abbondante. Il filtro IR Cut rimuove, durante il giorno, gli occhiali ad infrarossi alla telecamera, rendendo le immagini riprese in piena luce migliori, rendendo più naturali i colori e il contrasto.

Le telecamere di buona qualità che si trovano in commercio sono dotate di filtro IR Cut automatico, cioè che entra in funzione da solo quando la luminosità supera una certa soglia. Questo permette una qualità ottimale dell’immagine sia di giorno che di notte, sia per chi vive in una zona bene illuminata che per chi deve proteggere con un impianto di videosorveglianza una luogo buio o dove l’illuminazione artificiale è scarsa. Alcuni modelli di telecamera hanno il filtro già integrato, mentre chi ha delle telecamere che ne sono sprovviste può sempre acquistare i filtri IR Cut a parte.

Share Button
Telecamere ip cosa significa filtro ir cut
4.4 su 3 voti

Ti potrebbe interessare anche...



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *