Logo antifurtocasa.it Antifurto Casa

La tua guida ai sistemi di allarme

Certificazioni: come avere un sistema d’allarme perfetto

• di Redazione • Antifurto wireless, Fisco e leggiNessun commento

Se vi trovate per lavoro o per ragioni personali ad installare allarmi wireless, è probabile che vi siate imbattuti o vi stiate imbattendo in questioni legislative. I dubbi che possono assalirci su cosa preveda la legge sono tanti, soprattutto riguardo le certificazioni da rilasciare. Cerchiamo di fare chiarezza.

Certificazioni: Decreto Ministeriale 37/08

Quando parliamo di antifurti e sicurezza, tutti noi vogliamo esclusivamente il meglio. E allora cosa dobbiamo fare per non sbagliare anche in materia legale? Fermo restando che un parere legale definitivo può essere dato solo da avvocati e professionisti, ecco i nostri consigli.

Il Decreto Ministeriale 37/08 sancisce l’abrogazione della legge 46/90, dettando nuove regole riguardo l’installazione degli impianti elettrici e altre tipologie di impianti specificati nell’oggetto del DM. Quindi, come prima cosa, bisogna controllare se l’impianto che ti appresti a installare è tra quelli di cui si parla nel DM. Qualora rientrasse tra quelli trattati, non ci sono dubbi: vi è l’obbligo a rilasciare la dichiarazione di conformità.

Il lavoro perfetto

Come fare, però, ad installare un impianto a regola d’arte, perfetto? In primo luogo, è assolutamente prioritario che tu svolga il tuo lavoro con buon senso e responsabilità. È un consiglio valido sempre, in qualunque contesto, ma è ancora più importante quando si sta parlando della sicurezza delle persone.

Ricapitolando, è fondamentale seguire innanzitutto delle regole di buon senso e responsabilità nel modo in cui viene effettuato il lavoro. Mentre il DM stabilisce per legge per eseguire un lavoro perfetto, che i determinate installazioni è necessario rilasciare le certificazioni necessarie.

È, poi, essenziale ricordare che, se l’impianto di allarme è collegato alla rete elettrica, la certificazione per la parte elettrica è obbligatoria. Quando, invece, parliamo del solo allarme, la certificazione d’impianto e di prodotto è volontaria.

Infine, per riassumere, è sì importante tenere sempre presente cosa stabilisce la legge e seguirla minuziosamente, ma è altrettanto importante lavorare sempre coscienziosamente, avendo cura di tutti i dettagli.

Share Button
Certificazioni: come avere un sistema d’allarme perfetto
4.4 su 5 voti

Ti potrebbe interessare anche...



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *