Logo antifurtocasa.it Antifurto Casa

La tua guida ai sistemi di allarme

Falsi allarmi e contatti magnetici

• di Redazione • Richieste assistenzaNessun commento

Buon pomeriggio,

mi chiamo Sandro, ti seguo sempre e ho deciso di scriverti per avere un aiuto da te, in quanto ultimamente ho a che fare con l’odioso fenomeno dei falsi allarmi! Non molto tempo fa all’interno della mia abitazione ho installato dieci contatti magnetici sulle persiane in alluminio per la protezione delle finestre. Questi rilevatori di apertura sono divisi in tre diverse zone, ma due di queste sono oggetto della manifestazione di falsi allarmi. Inoltre ci tengo a specificarti che tra le finestre e le persiane sono presenti delle grate, non so magari chiudendo le persiane si genera qualche complicazione per via delle protezioni di ferro… Tu che ne pensi di tutto questo? Come possono risolvere il problema delle due zone che vanno in falso allarme? Secondo il tuo parere la colpa p dei contatti o del ferro che in qualche modo li smagnetizza? Grazie infinite per l’attenzione, aspetto la tua consulenza per risolvere questa seccatura!

Un saluto e tanti complimenti per il tuo blog

Sandro da Mantova

Buon pomeriggio Sandro,

grazie a te per i complimenti e per avermi scritto, è sempre un piacere avere il riscontro positivo da parte dei propri lettori! Allora, inizio a rispondere ai tuoi quesiti, ma devo dirti che ciò che mi descrivi è alquanto curioso e bizzarro poiché i contatti magnetici d’apertura sono i rilevatori che generalmente provocano meno problematiche. Detto ciò, proviamo ad esaminare insieme le probabili cause di tale fenomeno:

– I contatti magnetici possono essere montati sul materiale ferroso (come le tue inferriate)? I modelli non progettati ed ideati per questa specifica tipologia di installazione, col passare del tempo, potrebbero smagnetizzarsi e generare il fenomeno dei falsi allarmi.

– In media la distanza per il funzionamento di un contatto è di circa tre centimetri, questo vuol dire che sino a 3 centimetri di spazio fra il contatto magnetico ed il reed il funzionamento è garantito; in realtà questo è quanto riportato sul libretto delle istruzioni, poiché tale valore tende ad abbassarsi, pertanto ti consiglio di verificare sia l’installazione che il posizionamento dei tuoi rilevatori.

– La presenza della grata di ferro fra la persiana e la finestra, nel tempo, potrebbe in qualche modo ridurre la portata del sensore magnetico e generare falsi allarmi.

– I contatti magnetici d’apertura hanno un verso specifico per quanto riguarda la loro installazione, pertanto ti suggerisco di verificare che i tuoi contatti siano stati sistemati nel modo e nel verso corretto.

– infine, ti consiglio di effettuare un controllo accurato sui cavi che collegano i sensori alla centralina d’allarme, poiché potrebbero risultare lenti, vecchi, danneggiati dalle intemperie, dall’umidità, dagli agenti atmosferici o addirittura dai topi: tutte cause che nel corso del tempo potrebbero causare la manifestazione dei fastidiosi falsi allarmi.

Dopo questa lista di informazioni e consigli, non mi resta che rinnovarti l’invito ad effettuare le opportune verifiche e modifiche! Una volta fatto, torna pure a scrivermi e ad aggiornarmi sulla tua situazione, la tua situazione mi incuriosisce. Ad ogni modo spero di esserti stato d’aiuto, a presto. Un saluto

Falsi allarmi e contatti magnetici
4.7 su 6 voti

Ti potrebbe interessare anche...



Tags: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *