Logo antifurtocasa.it Antifurto Casa

La tua guida ai sistemi di allarme

I componenti essenziali di un kit antifurto fai da te

• di Redazione • Antifurto fai da teNessun commento
componenti

Abbiamo parlato in tante occasione dei vantaggi dell’installazione di un kit antifurto fai da te. Non ci siamo mai soffermati, però, sui suoi componenti essenziali.

I kit antifurto fai da te sono completi del necessario per proteggere la propria abitazione, attraverso un’installazione semplice e veloce. I modelli tra cui poter scegliere sono tanti, come le fasce di prezzo. Il nostro consiglio è di fare ben attenzione al rapporto qualità prezzo. Perché se è pur vero che non sempre un prezzo più alto garantisce una qualità e una performance migliore, è altrettanto vero, però, che la qualità ha sempre un proprio costo.

Sul mercato, è possibile trovare kit sia nella versione via cavo che wireless. Tuttavia, dato che parliamo di installazioni fai da te, vi consigliamo sempre kit antifurto wireless, poiché questi non richiedono conoscenze elettriche per i collegamenti, non hanno bisogno di interventi murari e sono facilmente espandibili, anche con componenti via filo, se lo si desidera.

I componenti essenziali presenti in un kit antifurto wireless sono:

  • una centrale antifurto con ingressi per i sensori via filo;

La centrale è il vero cervello del sistema, poiché al suo interno vi è un processore a gestire più funzioni che elabora le informazioni ricevute dagli altri componenti dell’impianto. In caso di intrusione, è la centrale a far scattare gli allarmi. Le centrali wireless in genere sono composte da un display, una tastiera ed una sirena.

  • uno o più contatti magnetici;

Possono essere posti sugli infissi, come porte o finestre, o possono essere per uso esterno ed interno. Sono i componenti che si occupano di rilevare movimenti o intrusioni nella zona posta a controllo.

  • uno o più telecomandi;

Questi componenti servono a gestire, attivare o disattivare l’impianto.

  • una sirena antifurto lampeggiante e sonora;

Suona per avvisare il vicinato dell’intrusione e disturbare l’intruso. L’avvisatore luminoso serve a fare identificare più facilmente dalle Forze dell’Ordine la provenienza dell’allarme.

  • manuale d’installazione;
  • certificazione.

Tra i componenti dei kit antifurto più tecnologici possiamo trovare anche applicazioni smartphone e tablet che permettono di gestire l’antifurto anche da remoto.

I componenti essenziali di un kit antifurto fai da te
4.7 su 2 voti

Ti potrebbe interessare anche...



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *